Il CISADeP, Coordinamento Italiano Sanità Aree Disagiate e Periferiche, ha invito al Ministero della Salute e per conoscenza, alla Presidenza della Repubblica  con il quale chiediamo un incontro da tenersi quanto prima per discutere dei gravi problemi della sanità nelle aree disagiate, relativi allo smantellamento dei reparti dei presidi ospedalieri, dei punti nascita, ma soprattutto dei Pronto Soccorso.

Il taglio dei servizi sanitari delle aree disagiate, montane, insulari e ad alto rischio sismico, riguarda tutti i presidi di tutte le regioni ubicati in questi territori.

Abbiamo inviato questa richiesta dopo aver colto una possibile apertura per un incontro in uno scritto ricevuto dal Ministero della Salute -che inviamo in allegato –  risposta arrivata al CISADeP dopo aver inoltrato con posta certificata una precedente richiesta lo scorso 17 Gennaio e nell’occasione, inviato anche una Piattaforma Programmatica con precise richieste e indicazioni sulle caratteristiche essenziali degli ospedali per chi vive nelle aree disagiate.

Riteniamo che una delle cause dello spopolamento delle aree disagiate, sia dovuto proprio al taglio dei servizi sanitari ed è per questo che, Comitati, Associazioni, semplici cittadini di quasi tutte le regioni Italiane hanno costituito il CISADeP, Coordinamento che ha contribuito a far nascere anche il Comitato Salviamo l’Ospedale Grifoni di Amatrice, ancora prima del tragico evento.

Emanuela Cioni, Presidente del CISADeP – Coordinamento Italiano Sanità Aree Disagiate e Periferiche

Richiesta incontro al Ministero della Salute 07_09_2017

Risposta del Ministero della Salute

CISADeP Comunicato stampa richiesta incontro 07_09_17