L’acqua a Bibbiena non sarà più pompata, con grande dispendio di energia elettrica e di risorse, ma arriverà per caduta dal fosso Camaldoli. In sostanza fino alla centrale idroelettrica che si trova sopra a Partina verranno utilizzate le strutture esistenti fino al Farnetino, poi da lì potrà arrivare a Bibbiena, ma anche a Poppi. Dalla centrale c’è una concessione che consente di prelevare dal fosso 100 litri al secondo. A Bibbiena sarebbero sufficienti 32 litri al secondo. L’opera sarà realizzata dal Comune di Bibbiena insieme con Nuove Acque e prevede un investimento di circa 2 milioni di euro.