da Unione dei Comuni – La Regione Toscana per una risposta immediata a chi è in difficoltà e per aiutare le famiglie più bisognose a pagare l’affitto, ha destinato circa 8 milioni di euro a misure di sostegno straordinario all’affitto. Le risorse sono state trasferite ai comuni toscani, che attraverso un bando straordinario assegneranno le risorse in modo da coprire gli affitti del mese di aprile, con la possibilità di estendere il provvedimento a maggio e giugno 2020.

A chi è rivolto il bando? Esclusivamente a lavoratori dipendenti di qualsiasi tipologia (tempo indeterminato, tempo determinato, con contratti di apprendistato o altro) e ai lavoratori autonomi, che in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da Covid 19 abbiano cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro (riduzione orario di lavoro, cassa integrazione, particolari categoria ATECO secondo i decreti ministeriali) tale da comportare una riduzione del reddito di almeno il 30% rispetto ai corrispettivi mesi del 2019. Il contributo sarà calcolato sulla base del 50% del canone di locazione mensile e comunque in misura non superiore a 250 Euro/mese per un massimo di 3 mensilità, fino ad esaurimento dei fondi. Eventuali proroghe saranno valutate esclusivamente sulla base dell’evoluzione dell’emergenza epidemiologica. Sarà erogato tramite bonifico bancario.

Il bando è pubblicato nel sito internet dell’Unione dei Comuni e nei siti internet dei singoli comuni, dove è possibile scaricare anche il modulo di richiesta e conoscere tutti i requisiti necessari per ottenere il contributo. Per maggiori informazioni è possibile contattare i servizi sociali presenti in ciascuna sede comunale o il servizio 3 “Servizi alla Persona” al seguente numero telefonico 0575 5071.

La domanda, che dovrà pervenire all’Unione dei Comuni entro le ore 13 del giorno 18 maggio 2020, potrà essere trasmessa mediante una delle seguenti modalità:

  • a mezzo posta elettronica certificata con il seguente oggetto “Domanda per l’assegnazione di contributi a sostegno del canone di locazione per emergenza Covid-19” al seguente indirizzo:unione.casentino@postacert.toscana.it
  • a mezzo posta elettronica con il seguente oggetto “Domanda per l’assegnazione di contributi a sostegno del canone di locazione per emergenza Covid-19” all’indirizzo: servizisociali@casentino.toscana.it;
  • spedita mezzo lettera raccomandata A/R tenendo presente che farà fede la data riportata sul timbro dell’Ufficio postale accettante. La raccomandata dovrà essere indirizzata a: Unione dei Comuni Montani del Casentino, Via Roma, n. 203 con indicazione sulla busta della dicitura “Contiene domanda per l’assegnazione di contributi a sostegno del canone di locazione conseguente all’emergenza Covid-19”;
  • spedita mezzo fax al numero 0575 507230 indicando nella prima pagina di invio l’oggetto “Domanda per l’assegnazione di contributi a sostegno del canone di locazione per emergenza Covid-19” e il numero delle pagine trasmesse.