da FDI Bibbiena – Questo è un momento importante per il futuro del nostro territorio perché con l’avvicinarsi delle elezioni amministrative di maggio, sarebbe stato auspicabile considerare attentamente l’onda lunga del mutato quadro politico per dare voce a quelle istanze di cambiamento che le tante criticità del territorio richiedono. Abbiamo lavorato assiduamente per cercare di tenere il centrodestra unito – unità che per noi è un valore importante – per dare forza a quanto ognuno dei partiti  ha portato avanti nel nostro territorio, ricevendo dati alla mano il riscontro favorevole dei cittadini. Abbiamo atteso i tempi richiesti dai partiti alleati,  per avviare i confronti necessari per cercare di trovare nuove e migliori soluzioni per il  Comune di Bibbiena , ma soprattutto per dare peso ad  una prospettiva di cambiamento. Come FDI abbiamo dato il nostro contributo al dibattito sviluppatosi circa il supporto  alla lista civica uscente, che per semplicità, indichiamo con il nome dell’attuale Sindaco Bernardini che aveva ridato segni di vicinanza concreti al centro destra sostenendo Silvia Chiassai alle elezioni provinciali. Nelle molteplici riunioni che si sono succedute tra i rappresentanti delle forze di centrodestra e la lista Bernardini, abbiamo portato al tavolo tutta una serie di questioni per dare un segnale di discontinuità con il passato, e con le molte scelte di quella amministrazione che ci hanno visto oppositori fermi ed intransigenti. Una doverosa e schietta analisi necessaria sia per verificare possibili percorsi comuni, ma soprattutto rispettosa verso i cittadini. Soluzioni proposte con l’auspicio di preservare l’unità  del centrodestra e che evitassero una spaccatura. Anche sul piano del metodo, con la scelta condivisa di far partecipare agli ultimi incontri  personalmente il Presidente Provinciale assieme ad un importante iscritto del circolo, abbiamo voluti dare un segnale che andasse oltre alle “presunte”, ma da parte nostra  inesistenti, diatribe personali e locali. Abbiamo anche proposto un possibile candidato sindaco di assoluto rilievo che poteva essere unificante e di garanzia per tutti da valutare assieme. Oltre a tutta una serie  di punti programmatici di discontinuità con il passato, perché è innegabile, e lo dimostrano fatti ed atti, come molte delle scelte dell’attuale amministrazione di Bibbiena negli ultimi anni fossero lontane, e spesso opposte al sentire del centrodestra.

Tutto vano! Sia il candidato che i punti programmatici non sono stati considerati sostenibili in nome del “principio della continuità con il passato”. Riteniamo quindi che – per chi guarda prima alle poltrone e dopo ai contenuti – la scelta più facile sarebbe  stata quella di aderire a quanto richiestoci, ovvero indicare  i 2  nomi dei rappresentanti di FDI da inserire in lista, ed accodarsi silenti ad un progetto preconfezionato. Fratelli d’Italia su tale base ha ritenuto questa scelta non praticabile. Quindi abbiamo comunicato al signor Bernardini, ed agli altri partiti di centrodestra la nostra decisione ufficiale di non entrare a far parte del progetto e percorso della lista civica Obbiettivo Comune – Avanti Insieme.