Fallita miseramente la fusione a tre comuni – afferma Marco Casucci, Consigliere regionale della Lega – ecco che si profila all’orizzonte l’ipotesi che si materializzi un tentativo di fondere assieme Ortignano-Raggiolo con Bibbiena. Soluzione, quella delle fusioni, da noi generalmente avversata visto che è nota la posizione del partito in merito alla deleteria “fusionomania”.  Tra l’altro, tanto per cambiare su questa delicata tematica il Pd è spaccato, perché a livello locale pare prevalere il NO, mentre è risaputa la spinta “fusionista” dei democratici presenti in Consiglio regionale. Insomma tale situazione contraddittoria in seno al Pd, non può che creare ulteriore confusione su un argomento che, viceversa, merita di essere affrontato con la massima chiarezza. Ribadiamo che la fusione non è la panacea a tutti i mali ed inoltre riteniamo doverosa e fondamentale che i cittadini vengano informati dettagliatamente sui pro e sui contro di un’eventuale fusione dei due comuni casentinesi. Noi le idee sulla delicata questione le abbiamo, da tempo, molto chiare; peccato che il più volte citato Pd, come al solito, non ci abbia mai dato retta, respingendo le nostre proposte di Legge che avrebbero evitato tentativi di fusione a scopi personalistici, continuando, viceversa, improvvidamente a sbagliare, con buona pace dei cittadini toscani…

Gruppo Lega Regione Toscana