Si è svolta ieri sera la riunione centrale del 118 presieduta dal Dottor Massimo Mandò, Direttore del Dipartimento Emergenza-Urgenza della ASL8. Dalla riunione è emerso che, a partire dal 1° giugno 2016, sarà istituita l’automedica in Casentino, con sede operativa presso l’Ospedale di Bibbiena. A bordo dell’automedica ci saranno un medico ed un infermiere pronti ad intervenire sul territorio. Ad affiancarli tre ambulanze di supporto; una di queste avrà sede a Stia e partirà dal paese dell’alto Casentino per eseguire interventi su tutta la vallata. Proprio a Stia, infatti, l’ambulanza sarà infermierizzata, con a bordo un infermiere e tre volontari, ma non il medico.

Durante la riunione sono circolate notizie anche sul possibile trasferimento della TAC dall’Ospedale del Casentino a Sansepolcro. CASENTINO2000 aveva già lanciato questo allarme il 22 dicembre 2015 con un articolo in cui parlavamo della “prossima chiusura della radiologia con addirittura il possibile trasferimento della TAC a Sansepolcro. Ci dicono che i Sindaci sanno già tutto…

Oggi come allora speriamo di sbagliarci, ma purtroppo la chiusura del Punto Nascita, prevista (anche quella!) per il 1° giugno 2016, ha dato ragione alle notizie anticipate e ai nostri precedenti articoli, quindi, oggi come allora, chiediamo “ai casentinesi di mobilitarsi in tutte le forme possibili perché pensiamo che la sanità pubblica sia uno dei beni fondamentali che questa terra, dopo tutto il resto, non può permettersi di perdere. Smettiamo di parlare di ciclopiste e biciclette e difendiamo davvero le cose che contano del nostro territorio.

Per questo vi ricordiamo di non mancare stasera al Centro Sociale di Bibbiena Stazione, alle ore 9.00, per far sentire la nostra voce ai Sindaci e ai dirigenti ASL. Forse è troppo tardi, ma non possiamo restare ammutoliti davanti allo spoglio, reparto dopo reparto, servizio dopo servizio, della sanità casentinese.

xLocandina69