di Francesco Benucci – Salviamo dall’estinzione il pareggio! Eh sì perché nell’ultimo turno UISP le squadre della nostra valle, salvo un’eccezione, non hanno conosciuto vie di mezzo e, nei loro exploit (positivi o negativi), hanno portato un inusitato rispetto verso la classifica: chi era in posizioni nobili ha vinto, chi arrancava nei bassifondi ha perso. Certo che noi Casentinesi ci facciamo sempre riconoscere!
In Eccellenza godono ormai di fama indubbia Le Logge e Spartak Bibbiena ed entrambe, complice il rinvio del match in cui era impegnato il New Old Boca, volano in testa alla classifica! I primi attendevano, in un vero e proprio scontro d’alta quota, l’Asa Calcio ma, al termine di una partita assai tirata, hanno avuto la meglio con un 2-1 firmato da Ricci e Gentile. Tuttavia la gioia per la vittoria è stata vanificata dal grave infortunio di Ricci al quale va l’augurio di una pronta guarigione e il conforto di uno spogliatoio che ora remerà all’unisono anche per lui. Sulla carta era più semplice l’impegno dello Spartak chiamato ad ospitare il pericolante Atletico Piazzetta in uno di quei match che, se sottovalutati, rischiano di far saltare il banco. E invece…e invece no! Nessuna distrazione per i nostri, “scolastico” 2-0 in virtù delle reti di Mattialtadonna e Giuliani e momentaneo vertice della graduatoria conquistato! Per chi sta “lassù” purtroppo c’è anche chi non riesce a schiodarsi da “laggiù” e i risultati di questo weekend non invertono la tendenza. Il Boca Strada Juniors incappa in un’amara sconfitta per 4-0 sul campo della Chiassa. Ma, nonostante tutto e nonostante tutti, non è certo il tempo di tirare i remi in barca: lo suggeriscono le varie assenze di sabato e il fatto che anche chi è davanti, al momento, sembra aver perso la strada che conduce alla vittoria! In quest’ultima categoria rientra anche Il Ciclone che non assapora i due punti da un bel po’ ma che, in questo turno, ha disputato una discreta prova in quel di Gragnano: i nostri sono passati in vantaggio con Vignali, hanno subito la rimonta dei padroni di casa (2-1), hanno reagito caparbiamente. Vista la prestazione generosa ci sentiamo di dire che verranno tempi migliori! E poi “tra coloro che son sospesi” ecco Il Corsalone che però, nella giornata in oggetto, pare aver messo la freccia verso l’alta classifica: lo striminzito ma preziosissimo successo con cui tornano dalla trasferta contro l’Ajax ’86 ha il sapore di un diploma di laurea; lo 0-1 confezionato da un acuto di Nardi regala ai valligiani un pomeriggio da 110 e lode!
Anche in 1°Divisione è stata “applicata” la regola di questa giornata e, nei due derby in programma, hanno trionfato le due squadre dalla classifica più nobile che poi tra l’altro erano anche padrone di casa…e questo certo non guasta! In primis va detto che non sembra proprio volersi fermare lo scintillante Chiusi della Verna 2005 di quest’ultimo mese: grazie alle marcature di Loddi (2) e Manenti i Casentinesi si aggiudicano per 3-2 il derby dell’Appennino contro il Badia Prataglia e forse non è un caso che questo momento magico sia partito qualche turno fa quando, dopo un KO, si applaudirono negli spogliatoi per la prestazione comunque offerta…questi sono i particolari che fanno la differenza! In ogni caso va certo tributato l’onore delle armi ai combattivi ospiti che, sospinti dai lampi di Acciai e Marri, dimostrano di aver ritrovato convinzione nei propri mezzi e intraprendenza! Ha regalato emozioni forti anche la “stravalligiana” tra Castelluccio e Bar La Siesta: i primi, padroni di casa, trascinati dalle folate di Vaccari e Fagnoni, strappano un 2-1 che si traduce in una discreta graduatoria, i secondi vendono la pelle a caro prezzo, si godono lo stato di grazia di Andrei e vedono la bassa classifica sostanzialmente invariata e quindi le chance di risalita intatte! E in questo quadro di vittorie e sconfitte l’eccezione viene proprio da chi, di questa eccezione, ne ha fatto una regola, ossia da quel G.S.Poppi per cui il pareggio è un risultato a dir poco ricorrente! E così i Casentinesi non si smentiscono nel match che li vedeva ospitare il Gricignano: lo 0-0 finale sembra un inno al “vorrei ma non posso” ma la verità è che i padroni di casa, pur disputando sin qui una prima, più che buona, stagione in categoria danno talvolta l’impressione di dover ancora far sbocciare del tutto le proprie potenzialità!
In 2°Divisione prosegue, implacabile, la marcia delle quattro casentinesi di testa e i tentativi di accorciare le distanze da parte di altre squadre valligiane sono stati respinti! Basti pensare alla “fuga per la vittoria” messa in scena dal CSBS Casentino che, sull’ostico campo del Marcena, si ritrova sotto 2-0 (Botti, Caccialupi) salvo poi scovare preziose energie fisiche e mentali e ribaltare il match in un quarto d’ora! Il 2-4 finale firmato Tellini, Lunghi (2) e Bandelloni profuma di impresa! E d’altronde una missione non semplice attendeva anche il Deportivo Capolona chiamato a rintuzzare gli arrembaggi dei padroni di casa della Lokomotiv Rassina: ebbene il Depor non tradisce e, in virtù di una doppietta di Cuseri (0-2), incamera due punti nonostante la difficile trasferta. La Loko, da parte sua, rimanda l’agognato salto di qualità ma uno stop non significa che certe ambizioni siano ingiustificate! A proposito di qualità…di certo non manca a River Partina e Falciano! I ragazzi di mister Cuomo non hanno vita facile ma alfine, davanti ad un numeroso pubblico amico, superano la coriacea Puglia Club ’90 grazie alle reti di Falsini su assist di Ciarpaglini e dello stesso Ciarpaglini su assist di Martini; il 2-1 ottenuto è una di quei successi che magari ora non suscitano clamore ma che, a fine anno, potrebbero fare la differenza tra vittoria e sconfitta. E sicuramente, di differenza, ce n’è stata tra Wineuropa e Falciano visto che i Basso Casentinesi, nonostante le paventate insidie della vigilia, hanno trionfato in scioltezza con uno 0-3 siglato da Pallotti, Ayari e Garufi. Chiudiamo con le mille emozioni che ci ha regalato il Bayern Guido Monaco: i ragazzi di Talla, impegnati sul campo del Fonterosa, tornano a casa con una pirotecnica vittoria in cui il grande protagonista è stato Maccari, autore di una tripletta; suo fido scudiero, con un’ulteriore marcatura, è stato Cantore, il tutto per il 3-4 finale…sì, avete letto bene, 3-4!
Un po’ per come sono arrivate, un po’ per la qualità delle avversarie incontrate, un po’ per i risvolti che hanno nell’economia del campionato, un po’ perché in trasferta…fatto sta che i successi di CSBS Casentino e Deportivo Capolona si meritano il podio settimanale!

Tags: