“Prima cancellano il Corpo Forestale, poi votano un inutile quanto ridicolo ordine del giorno per spingere la nascita di una polizia ambientale con compiti e funzioni che guarda caso sono quelli dei Forestali. La maggioranza è vergognosa. Restano i fatti: hanno chiesto e ottenuto una delega per smembrare la polizia più efficace ed efficiente per combattere gli ecoreati. È l’industria che lo vuole? Quale parte della nostra imprenditoria ne trarrà vantaggio? Quali interessi economici dietro questo colpo di mano? Non certo gli interessi dei cittadini: dalla delega non emergono risparmi per le casse dello Stato». È il commento della deputata del M5S Patrizia Terzoni che in Commissione Ambiente ha seguito la vicenda del Corpo Forestale in votazione in queste ore alla Camera dei Deputati nella delega sulla Pubblica amministratore.

Non solo. «Il governo ha bocciato anche un nostro ordine del giorno il QUALE CHIEDEVA SEMPLICEMENTE DI COINVOLGERE LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI NEL MOMENTO IN CUI SI SCRIVERANNO I DECRETI ATTUATIVI DELLA DELEGA SUL CORPO FORESTALE. E meno male che solo loro quelli aperti al dialogo! Questo governo non vuole ascoltare nessuno, sta qui dentro solo grazie al premio di maggioranza e pertanto non rappresenta nessuno. Nonostante ciò non ascolta nemmeno i sindacati che vorrebbero riorganizzare e riformare il Cfs, ma loro preferiscono scrivere le leggi insieme ai lobbisti, faccendieri e burocrati e non vogliono ascoltare le parti sociali. Non accettando questo Ordine del giorno vanno contro gli uomini e le donne che da 193 anni difendono il Paese».