Simone Borchi pubblica su un periodico nazionale una sintesi della vicenda con cui i sindaci dell’Unione lo hanno posto in esubero a seguito delle sue segnalazioni di presunti illeciti penali e amministrativi.

Riceviamo e volentieri divulghiamo il testo di Simone Borchi, dirigente dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino collocato in disponibilità a casa dal 18 aprile 2013, pubblicato alle pagine 20 e 21 sul numero di dicembre di Sherwood, la più importante rivista forestale italiana, che raggiunge alcune migliaia di lettori fra dirigenti, funzionari, dipendenti del Corpo Forestale, docenti universitari, accademici, professionisti, amministratori regionali e locali. Pur essendo una pubblicazione di settore, è la prima volta che i comportamenti attuati dall’Unione nei confronti del dott. Borchi, cui Casentino 2000 ha dedicato numerosi interventi, escono sulla stampa nazionale.
Sherwood