La bassa affluenza al voto, soprattutto a Castel San Niccolò (33%) ed il voto contrario degli abitanti di Montemignaio, hanno messo un freno al processo di unificazione dei due comuni dell’alto Casentino. Secondo le direttive della Regione Toscana infatti, non vale la somma dei voti di tutti i comuni coinvolti, ma il risultato è letto comune per comune, singolarmente. A Montemignaio hanno partecipato al voto il 50,7 % degli aventi diritto. Di questi il 67,6% ha detto no. Risultato opposto a Castel San Niccolò dove la fusione delle due amministrazione sarebbe piaciuta al 93% dei votanti.

Questi i risultati definitivi.
L’affluenza complessiva è stata del 36,29 per cento, con il 32,92 di Castel S. Niccolò ed il 50,66 di Montemignaio.
Il sì alla proposta ha ottenuto il 79,15 per cento: con il 93,64 di Castel S. Niccolò e il 39,18 di Montemignaio. Al no è andato il 20,85: con il 6,36 per cento registrato a Castel S. Niccolò e il 60,86 a Montemignaio.