Il Consigliere Marco Casucci (Lega) sollecita l’assessore regionale ai Trasporti a spiegare perché il treno della mattina da Stia, verso Arezzo, e quello della sera da Arezzo, per il Casentino, sono stati sostituiti dal servizio pullman. Pendolari e studenti costretti a rimanere in attesa dei bus al buio, alla pioggia ed al vento. “Da circa una settimana due treni, quello della mattina delle 6.05 da Stia, verso Arezzo, e quello della sera delle 20.27 da Arezzo, per il Casentino, sono stati sostituiti dal servizio pullman. Con inevitabili disagi perché pendolari e studenti sono costretti a rimanere in attesa dei bus al buio, alla pioggia ed al vento, nei centri più piccoli infatti non ci sono neppure le pensiline dove potersi riparare. Si tratta, per altro, di un servizio assolutamente essenziale per il Casentino collegato ad Arezzo dalla sola “famigerata” Sr71 -dichiara il Consigliere regionale Marco Casucci (Lega)- I casentinesi si sentono abbandonati perché questi continui disservizi si traducono in una scarsa sensibilità verso il territorio. Decisioni che sembrano sempre frutto dell’improvvisazione! Chiediamo spiegazioni all’assessore regionale ai Trasporti Ceccarelli, da lui i cittadini attendono risposte”.

Vedi anche la lettera pubblicata sul nostro sito.