Il presidente dell’Unione Paolo Agostini è rimasto chiuso nel suo ufficio dell’Unione da ieri sera, dopo la burrascosa riunione aperta in cui si parlava di fusioni di comuni.
Agostini sembra che abbia licenziato 9 dipendenti (tra cui il dirigente Grifagni) adducendo gravi motivazioni e non intenda recedere dalle sue posizioni. Sono presenti a Poppi anche le forze dell’ordine.
Vi terremo informati nel corso della giornata.