fbpx
20.4 C
Casentino
venerdì, 1 Luglio 2022

I più letti

Comune Unico Subbiano-Capolona: perchè non se ne parla?

Da tempo i Sindaci di alcuni Comuni del nostro territorio si sono attivati per verificare la possibilità di una fusione fra i Comuni più vicini e pochi giorni fa, l’8 maggio, i Comuni di Capolona e Castiglion Fibocchi hanno reso pubblica questa volontà approvando una mozione nella quale si dà mandato ai Sindaci di “verificare la possibilità di percorsi che, superando il modello delle Unioni, faccia emergere tutte le opportunità e i vantaggi di una eventuale fusione con i Comuni confinanti”.
Anche il Comune di Subbiano è stato contattato nei mesi scorsi e il Sindaco era presente alla riunione del’8 maggio a Castiglion Fibocchi, ma nonostante le sollecitazioni non ha preso posizione e, cosa che ci pare ancor più grave, non ha informato il Consiglio Comunale e i cittadini dell’opportunità che si stava creando.

mentre si apre una possibilità concreta e interessante per tutto il territorio, tanto che lo stesso gruppo di minoranza al Comune di Capolona nell’appoggiare la mozione ha chiesto di “proseguire nel tentativo già in atto di coinvolgimento del comune di Subbiano nel progetto di Comune Unico”, a Subbiano tutto tace!
Il rischio è che questo immobilismo possa portare ad un dannoso isolamento, lasciando Subbiano da sola stretta fra l’Unione dei Comuni e la Città di Arezzo senza una identità e una forza di contrattazione.
A questo punto chiediamo pubblicamente: cosa pensano e cosa intendono fare l’Amministrazione di Subbiano e i gruppi consiliari di maggioranza ed opposizione? Cosa aspetta il Sindaco a coinvolgere i Cittadini in merito a scelte così fondamentali per lo sviluppo e l’affermazione della nostra comunità?

Noi riteniamo che sia arrivato il momento di migliorare le capacità di gestione, superare le inefficienze, garantire migliori servizi riducendone sensibilmente i costi (vedi ad esempio la mensa scolastica: Subbiano acquista i pasti ad Arezzo in attesa di realizzare una costosa cucina quando a cento metri ce n’è una ben funzionante in grado di produrre pasti per la popolazione scolastica dell’intero comprensorio e con un notevole risparmio)
Da troppo tempo si cerca di evitare questa discussione, ora è il momento di parlarne. Questo tema deve diventare prioritario nel confronto politico e fra i cittadini di Subbiano. Chiediamo quindi:
– CHE SIA CONVOCATO PRIMA DELL’ESTATE UN CONSIGLIO COMUNALE APERTO
– CHE SIA DATA LA POSSIBILITÀ AI CITTADINI, CORRETTAMENTE INFORMATI E SENSIBILIZZATI, DI FARE LA LORO LIBERA SCELTA PER IL FUTURO DEL PROPRIO COMUNE, ATTRAVERSO UN REFEREDUM IN DATA E CON LE MODALITÀ DA CONCORDARE CON GLI ALTRI COMUNI LIMITROFI INTERESSATI

Associazione Comunità Possibile – Subbiano

(L’associazione politico-culturale Comunità Possibile nasce da un gruppo di persone che hanno dato vita alla lista centro sinistra per Subbiano e da altri/e cittadini/e, uniti dalla convinzione che sia indispensabile recuperare chiarezza, concretezza e linearità nei comportamenti politici. Crediamo che partecipazione, trasparenza, centralità dei beni comuni, tutela del territorio, diritti e visione sociale comunitaria debbano essere il cardine di un nuovo e diverso modo di amministrare.)

Ultimi articoli