Si rinnova anche quest’anno l’importante iniziativa di collaborazione e confronto tra l’esperienza produttiva CEG e alcuni giovani studenti casentinesi. E’ infatti partito da pochi giorni e continuerà per tutto il mese di giugno, il progetto di far conoscere la realtà lavorativa di un’azienda leader nel settore high-tech come CEG ai ragazzi più meritevoli delle  classi terza e quarta dell’Istituto Tecnico di Bibbiena “Enrico Fermi”. Ogni studente, anche quest’anno, avrà la possibilità di entrare in contatto con il mondo del lavoro attraverso un’esperienza lavorativa in CEG, un’opportunità anche per l’azienda di conoscere nuovi talenti emergenti con l’obiettivo di inserirli, in un prossimo futuro, nel proprio organico aziendale.

Referenti del Progetto per CEG sono Stefano Farsetti, Direttore generale e Chiara Canaccini, responsabile del settore marketing del Gruppo.

Gli studenti coinvolti, che avranno anche la possibilità di protrarre lo stage fino a fine luglio, sono: Lorenzo Micheli, Filippo Bardi, Claudio Gaietti, Fabrizio Belli, Alessio Giorgi, Riccardo Tei, Raiyan Mahr Hassan, Riccardo Sassoli, Samuele Binozzi, Lorenzo Acciai, Niccolò Gambineri, Giovanni Manneschi, Davide Palombi. E Sara Tozzi dell’Istituto Superiore “Buonarroti-Fossombroni” di Arezzo.

Chiara Canaccini commenta: “L’alternanza scuola-lavoro è una modalità didattica nata negli ultimi anni che a mio avviso è molto innovativa. Permette ad ogni singolo studente di mettere in pratica le conoscenze acquisite fra i banchi di scuola, di consolidarle ed arricchirle. Ormai è noto di quanto CEG punti sui giovani ed anche aderire ormai da qualche anno a questo progetto ne è dimostrazione. Dobbiamo cercare di avvicinare i giovani al mondo del lavoro con entusiasmo e fargli acquisire esperienze e competenze che saranno utili per il futuro. Grazie a questo progetto – conclude Chiara Canaccini – ogni anno abbiamo potuto introdurre nel nostro organico molti giovani volenterosi, di cui siamo davvero soddisfatti. Sono sicura che potranno fare tanta strada all’interno della nostra azienda che si sta aprendo sempre di più ai nuovi mercati internazionali.”