fbpx
19.9 C
Casentino
domenica, 3 Luglio 2022

I più letti

Cosa ti metti per Capodanno? (Covid Edition)

di Melissa Frulloni – Nessuno di noi si è ancora posto la domanda che più di ogni altra, attanagliava tutti, grandi e piccini, donne e uomini, nerd e fashion victim, in questo periodo dell’anno: “Cosa ti metti per Capodanno?”
Il Covid ha radicalmente cambiato le nostre vite, modificato le nostre abitudini, stravolto i nostri comportamenti, ma mai avremmo pensato che avrebbe messo in discussione anche l’outfit di quella che fu la notte più lunga dell’anno.
La paura di vivere un veglione alla Fantozzi, nel gelido garage con il Maestro Canello che mette l’orologio un’ora avanti, nel 2020 si è trasformato nel sogno di molti casentinesi. La finezza del tortellino alla panna, stile Filini, la magia di uno scantinato condiviso con amici e parenti, la possibilità di violare almeno per una notte il coprifuoco, sono nelle fantasie di tanti.

Intriganti prenotazioni alle terme, gite in capitali europee, crociere dell’ultimo minuto, per quest’anno sono solo un bellissimo ricordo; i concerti nelle piazze un inarrivabile fantasma del Natale passato.
Anche se l’ultima notte dell’anno faremo poco (o nulla), in qualche modo dovremo vestirci, imbellettarci e prepararci a trascorrerla, cercando almeno di evitare che all’ennesimo “Ma chi se ne frega!” fantozziano, ci caschi addosso l’albero di Natale.

E allora… A grande richiesta, riapre l’ufficio stile di CASENTINO2000, pronto anche in questo sfigato 2020 a darvi personalissimi consigli e suggerimenti per un Capodanno Covid Edition.
Regola numero 1: Banditi pigiami, tute, felpe, vestaglione di flanella e ciabatte. Anche se in pochi e dritti a letto subito dopo il brindisi di mezzanotte, dovete darvi un tono. Festeggiare tra le mura domestiche non può essere il pretesto per lasciarvi andare. Avete già dato il meglio di voi durante il lockdown e sapete bene che quella è una storia che non può (assolutamente non può!) ripetersi. Quindi dovete puntare su un outfit casual-chic, perché stare a casa non vuol dire dimenticare lo stile!
Must have vestiti rossi, tubini neri, ma anche gonne e completi in maglia. Non esagerate con gli indumenti stretti perché dovete sapere che non sono a prova di piatti tipici casentinesi e che, dopo le prime portate, il risultato ottenuto trattenendo il fiato per entrare in quei jeans skinny, potrebbe rivelarsi peggio che aver optato per il pigiama natalizio.

Regola numero 2: Vietato rispolverare dall’armadio della nonna quella vecchia giacca bordeaux… Sì, il vintage è tornato di moda, ma non potete pensare di presentarvi in salotto come se foste arrivati direttamente con la DeLorean dell’ultimo dell’anno dell’82! Quindi mano al portafoglio e andate a comprarvi qualcosa di carino; non online! Ma nei negozi casentinesi!

Regola numero 3: Divertitevi! Dopo quello che abbiamo passato da gennaio ad oggi, un po’ di spensieratezza ci serve!
Avete l’ok ufficiale, direttamente dal nostro ufficio di stile, ad utilizzare trombette, capelli improbabili, occhialoni stile clown, sempre per onorare la tradizione fantozziana dell’ultimo dell’anno.
E allora… Via con i festeggiamenti! Salutiamo (anche se la parola e il gesto da fare sarebbero altri…) il 2020 e lasciamoci andare con speranza al 2021.
Buon anno!

La redazione dell’ufficio stile di CASENTINO2000 non si assume responsabilità sul risultato finale dell’outfit. Le rivendicazioni di responsabilità che si riferiscono a danni causati dall’utilizzo d’informazioni qui contenute, incluso il non utilizzo del vestaglione di flanella, verranno quindi rigettate.

(tratto da CASENTINO2000 | n. 325 | Dicembre 2020)

Ultimi articoli