IL COMITATO ARETINO per “COSTITUZIONE, la via maestra”

I N V I T A
alla presentazione del libro
“GRAMMATICA DELL’ INDIGNAZIONE”
a cura di Livio Pepino e Marco Revelli
EDIZIONI GruppoAbele
21 novembre – ore 17- presso INFORMAGIOVANI
Piazza Sant’Agostino – Arezzo
I curatori LIVIO PEPINO e MARCO REVELLI
ne parleranno con
ENRICO FIORI e GIOVANNI CARDINALI
Introduce
Graziella Rumer Mori

A fronte di ciò che ha rappresentato la manifestazione romana del 12 ottobre “Costituzione, la via maestra”, facendo emergere quanto vasta e profonda sia l’indignazione per quella sorta di disordine mentale che pervade ogni espressione delle forze politiche presenti a livello istituzionale, per il pericolo che la nostra Carta costituzionale sia oggetto di atti di manomissione fuori da ogni possibile controllo popolare (vedi DDL 813 varato dal Senato il 23 ottobre scorso)
C I R I V O L G I A M O
a chi avverte l’esigenza di trasformare l’indignazione in resistenza costruttiva, a chi intende difendere la Costituzione per riappropriarsi della democrazia. I contenuti della pubblicazione che andiamo a presentare
PER DISCUTERNE INSIEME
ci appaiono tali da costituire uno strumento di lavoro per avviare una vasta aggregazione volta a riedificare uno spazio politico nel quale avere voce quali cittadini.
Spazio politico nel quale dovranno trovare reciproca connessione i soggetti e le singole persone che Roma ha visto in piazza il 12 ed il 19 ottobre a rivendicare il diritto al lavoro, il diritto alla casa, alla salute, all’istruzione; a chiedere eguaglianza, una più equa distribuzione della ricchezza, la tutela del territorio, il rispetto dei beni comuni.
Diritti e tutele che trovano superiore garanzia nella nostra Costituzione che dà a noi cittadini strumenti con i quali agire e indica “la via maestra” da seguire.
Questi i temi sui quali vi rinnovano l’invito a confrontarci il
COMITATO ARETINO per “C O S T I T U Z I O N E, la via maestra”
ad oggi composto da
ACLI provinciale Arezzo, ALBA Casentino, ARCI provinciale Arezzo, CGIL, Comitato Acqua Pubblica Arezzo, FIOM, LIBERA, Liberacittadinanza.

Tags: