Dal 1° agosto è iniziata la nuova gestione del servizio CUP toscano, Arezzo e Casentino inclusi. Il servizio è stato affidato alla Formula Servizi, cooperativa di Forlì. Tutto non si è svolto come dovrebbe essere un normale avvicendamento in una gara pubblica, anzi. Solo la fermezza dei lavoratori e dei sindacati, comprese le due giornate di sciopero di fine giugno (nella foto), ha permesso che i diritti di chi lavora in questo importante servizio per il cittadino, non venissero meno. E’ stato quindi salvaguardato il personale impiegato e il contratto in essere (multiservizi) che comunque è un contratto di “servizi di pulizie”, quindi del tutto insufficiente per del personale che si relaziona con il pubblico e che maneggia denaro. Il nuovo CUP comunque riparte, nonostante la pessima gestione globale della vicenda da parte della Ausl e della Regione. Solo grazie alla tenacia dei lavoratori e dei sindacati (aggiungiamo anche le prese di posizione di alcune, poche, forze politiche) alla fine, è stato possibile continuare il servizio senza rilevanti disagi per i cittadini, anche se per il Casentino resta il nodo, non trascurabile e sicuramente da sciogliere, dello sportello CUP dell’Ospedale ancora chiuso. In accordo con i sindacati è stato inoltre istituto un tavolo di monitoraggio dei servizi esternalizzati, sia sotto il profilo della qualità, sia sotto il profilo della tutela dei diritti dei lavoratori, per controllare periodicamente l’andamento del nuovo appalto.