fbpx
6.3 C
Casentino
mercoledì, 7 Dicembre 2022

I più letti

Da non perdere questo fine settimana… Scarica gratis il pdf con tutti gli eventi dell’estate!

Giovedì 20 – Montemignaio – Festa al Castello
Venerdì 21 – Bibbiena – Fiera
Venerdì 21 – Moggiona – La Sanguisuga, commedia del Teatro in…dipendente
Da venerdì 21 a domenica 23 – Stia – Festa al Poggio, gastronomia, musica e animazione
Da venerdì 21 a domenica 23 – Strada – Street Food
Da venerdì 21 a domenica 23 – Poppi – Il Gusto dei Guidi, 19° Festival del Vino
Sabato 22 – Chiaveretto – La Bistecca, alla ricerca delle tipicità
Sabato 22 – Castel San Niccolò – Tropical Party alle Fontanelle
Sabato 22 – Bibbiena – Avis Festa del Donatore
Sabato 22 – Chitignano – Sagra del Capriolo con Polenta
Sabato 22 e domenica 23 – Bibbiena – C’era una volta la Mea, edizione estiva del Carnevale Storico
Sabato 22 e domenica 23 – Ortignano – Palio dei Carretti
Sabato 22 e domenica 23 – Quorle – Tra foglie e parole, contemplazione della natura e trasformazione di sé
Domenica 23 – Talla – Saliscendi Pontenanino
Domenica 23 – Chitignano – Cena a Buffet nel Borgo

Scarica gratis il pdf con tutti gli eventi
Eventi 2015

POPPI: Al via la 19° edizione del Gusto dei Guidi
Tre giorni all’insegna del bere consapevole con le migliori etichette toscane, il premio Super Tuscan riservato ai migliori IGT rossi, la scoperta di angoli inediti del borgo di Poppi, i prodotti biologici, la solidarietà, perfino un premio fotografico. Tutto questo e molto altro ancora è “Il gusto dei Guidi – Festival del Vino”, la grande rassegna dei vini di Toscana che Poppi ospita da venerdi (alle ore 17,30 cerimonia inaugurale a Palazzo Giorgi) a domenica con l’organizzazione della Pro Loco “Centro Storico Poppi” e del Comune di Poppi, e grazie al supporto tecnci dell’Associazione Italiana Sommelier. Le vecchie cantine del Borgo apriranno i portoni alle ore 18 di venerdì, subito dopo l’inaugurazione, con i visitatori che quest’anno potranno “allungare” il suggestivo tour tra i vicoli e le piazzette medievali, riscoprendo fra l’altro per la prima volta il “Chiasso buio”, antico percorso medievale che collegava l’Abbazia di San Fedele al Castello, passando per la Torre dei Diavoli. Una vera e propria circonvallazione Ante Litteram, recuperata e riaperta in parte proprio per ospitare alcune cantine.
Il Festival è inserito anche quest’anno tra le “Feste Sagge” il progetto promosso dall’Unione dei Comuni Montani del Casentino e dall’Ecomuseo del Casentino in collaborazione con il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, “Oltreterra”, Slow Food Toscana e Emilia Romagna e Casentino Sviluppo e Turismo. Confermata la presenza anche per questa edizione 2015 dei vini di Cortona, di Cavriglia e per la prima volta si affaccia nel grande “palcoscenico” poppese il Consorzio del Vino Orcia che con i suoi 42 produttori sta emergendo a livello nazionale con tanti vini di pregio prodotti in uno degli angoli più belli e incontaminati della nostra Regione.
Tra le cantine ospiti, per il quarto anno consecutivo, quelle provenienti dalla Sicilia e dalla Puglia che fanno parte dell’associazione “Libera Terra”. Fra le novità di questa 19^ edizione, il meglio dei prodotti a km zero proposti dal “Biodistretto del Casentino” . Un programma particolare accompagnerà i giovani con la musica sabato sera al Pratellino e tra gli eventi collaterali l’organizzazione della 2^ edizione del concorso fotografico “Poppi Città del Gusto dei Guidi”, il patrocinio al Golf Club Casentino per l’8° “Trofeo Gusto dei Guidi” e al Gruppo Sportivo Poppi per il 10° Gran Fondo del Casentino, gara cicloturistica su strada. Da non perdere le musiche di Wolfang Fasser (venerdì) gli Arceri di Palagio Fiorentino, il Coro S. Cecilia e gli Sbandieratori di Bibbiena (sabato) e domenica sera l’esibizione de “I Portofino 50,s Mood” lungo le vie del Borgo. Nel contesto di questa 19^ edizione l’organizzazione infine del 10° premio per gli IGT di Toscana – Supertuscan Rossi – l’unico presente a livello regionale – in memoria quest’anno di Franco Bonini, che vedrà la sua fase finale sabato mattina 22 agosto in pieno centro storico, a Palazzo Giorgi, con le ultime selezioni che determineranno il vino vincitore dell’edizione 2015, seguite dalle premiazioni ufficiali.

Il 23 agosto ritorna il Carnevale storico di Bibbiena. Tra conferme e nuove collaborazioni, saranno presenti ben 400 figuranti
Torna domenica 23 agosto l’immancabile appuntamento estivo con “C’era una volta la Mea – Un viandante alla Corte del Tarlati”, il Carnevale storico di Bibbiena insignito nel 2014 dell’ambita medaglia del Presidente della Repubblica per il suo valore storico e culturale. Tante le associazioni coinvolte per riportare Bibbiena al 1337, con i viandanti che verranno proiettati in una storia d’altri tempi, dove il popolo bibbienese sarà impegnato a tessere una trama ricca di colpi di scena.
Tanta l’animazione tra “le lastre” con teatranti e danzatori, cantori e tamburini, giocolieri e mangiafuoco, buffoni e cantastorie, arcieri, sbandieratori e musici. Tra mostre fotografiche, conferenze a tema e gare di giochi medievali, tutta Bibbiena si animerà di vita e di ricordi d’altri tempi. Visto il successo delle passate edizioni, si conferma l’estemporanea di pittura, intitolata quest’anno al maestro Giulio Gabiccini, che fin dalle ore 8.00 trasformerà il centro storico in una “cittadella degli artisti”.
Rinnovato anche il doppio appuntamento, alle ore 10 e alle 16, con il percorso turistico alla scoperta dei Palazzi Storici, celati dentro le mura e aperti per l’occasione dai privati. Ritrovo in piazza Roma detta “piazzolina”. Proprio all’interno dello splendido Palazzo Dovizi, alle ore 16.30 lo studioso Giorgio Innocenti terrà una conferenza sul Carnevale di Bibbiena, tra storia e leggenda. Poi alle ore 18.30, nella piazza antistante la Propositura, il regista Rolando Milleri, accompagnato dalla musica di Luca Miami, si esibirà in un monologo teatrale, in occasione dei 750 anni dalla nascita di Dante Alighieri.
La manifestazione entra nel vivo dalle ore 16, con l’apertura del mercato medievale, delle taverne, dell’area scacchi, oltre che delle mostre fotografiche “I volti della Mea” di Elena Agnoletti nel fondo Targioni e di “Casentino Selvaggio” nel fondo Cerofoli. Per l’occasione è prevista anche l’apertura straordinaria del Museo Archeologico.
Presenti anche i bambini delle classi seconde della scuola primaria di Bibbiena che hanno aderito al progetto “Gli alunni alla corte del Tarlati” studiando sul tema “Il Saltarello Medievale”. Fondamentale l’impegno delle insegnanti Alberti, Barbato, Bendoni, Menna e Vigiani, della Dirigente Silvana Gabiccini e della coreografa Laura Gorini. Tra le conferme dei gruppi partecipanti, immancabili la Corale Santa Cecilia, i Tamburini del Tarlati, gli Sbandieratori di Subbiano e gli Arcieri della Chimera di Arezzo, presenti con ben 40 elementi per dar vita a cinque giochi con punteggio aperti a tutti.
La sera, dalle ore 21.30, il corteggio storico vedrà quindi sfilare oltre 400 figuranti, forti anche della partecipazione delle associazioni “Rinascimento nel Borgo” di Sansepolcro e “Rione Porta Romana” di Castiglion Fiorentino. L’animazione pomeridiana e lo spettacolo serale sono realizzati grazie alla regia di Stefania Pierazzuoli. Ingresso libero.

La Croce Rossa Italiana per i Diritti Umani. Incontro con Pape Diaw
Il Comitato locale di Bibbiena della Croce Rossa Italiana con Pape Diaw insieme per i diritti umani. Saranno ospiti al Castello di Poppi domenica 23 agosto alle ore 17:30 per festeggiare insieme alla popolazione i 151 anni di attività umanitaria i volontari del comitato C.R.I. di Bibbiena con l’ospite d’onore Pape Diaw, spesso presente in programmi televisivi a diffusione nazionale, da sempre in prima linea per la difesa dei diritti di ogni essere umano in qualsiasi situazione si trovi. Il comitato C.R.I. di Bibbiena intende mostrare le attività della Croce Rossa dalla sua nascita ad oggi con particolare attenzione ai giorni nostri e alla realtà del Casentino, e contemporaneamente sensibilizzare la popolazione ad una maggiore partecipazione al volontariato locale nelle sue molteplici espressioni ed attività, rivolgendosi a tutte le fasce di età. Gli interventi saranno accompagnati da un commento musicale del cantautore Antonio Salis. Faranno da cornice l’esposizione dei mezzi attrezzati in dotazione e un punto di ritrovo dove i volontari del gruppo “truccabimbi” daranno una dimostrazione delle loro capacità. Chiuderà la serata un brindisi di buon augurio per tutti. Questo evento si svolgerà nel contesto della manifestazione “Il Gusto dei Guidi – Festival del Vino“ giunta alla 19° edizione e coloro che vi parteciperanno avranno uno sconto sull’acquisto del carnet delle degustazioni. Per favorire l’accesso alle manifestazioni sarà presente una navetta dalla piazza di Ponte a Poppi.

GREY
Dal 22 agosto al 10 settembre 2015 ExpArt studio & gallery, in via Borghi 80 a Bibbiena (AR), presenta “Grey”, doppia personale di pittura di Francesco Fillini e Valeria Di Ponio a cura di Silvia Rossi.
L’esposizione, a ingresso libero e gratuito, sarà visitabile dal martedì al sabato, dalle 15,30 alle 19,30, o su appuntamento. Sabato 22 agosto, alle ore 18, l’inaugurazione in galleria con l’aperitivo offerto da Bar Le Logge alla presenza degli artisti.
Francesco Fillini e Valeria Di Ponio sono i protagonisti del nuovo evento espositivo di ExpArt.
Due autori con stili e soggetti diversi, uniti solo – almeno apparentemente – dalle cromie dei loro lavori. Il colpo d’occhio non lascia infatti dubbi su quale sia il soggetto della mostra: il grigio.
Opere plumbee dal sapore nostalgico come avvolte da una persistente nebbia, ora più scure, ora abbastanza luminose da lasciar emergere figure e volti.
Lavori che dialogano con lo sguardo dello spettatore, creando continui scambi tra l’uno e l’altro, da un’opera all’altra, favorendo legami cromatici ed emotivi, lasciando emergere da quel non-colore che è il grigio un mondo di emozioni e di riflessioni che appartengono a quei – sempre più rari – momenti di riflessione profonda, quando la mente vaga libera in quella terra di nessuno, dove i ricordi si mescolano ai sogni.
Francesco Fillini, piombinese, vive e lavora a Pisa. Artista astratto dalla produzione ricca e poliedrica, presenta opere figlie della migliore tradizione informale, fusa a un sapore minimalista.
Le pennellate larghe e compatte muovono la superficie delle sue tele, su cui si stagliano tagli geometrici e campiture monocromatiche. Le leggere variazioni tonali creano profondità, mentre la composizione a più pezzi apre gli orizzonti del quadro, che si proietta così nello spazio circostante.
Valeria Di Ponio è una pittrice figurativa – semplice e concisa – che vive e lavora a Rosta, in provincia di Torino. Le sue pennellate nere su bianco lasciano emergere, in una sorta di non finito, volti e figure, uomini donne e bambini, catturati in un momento di intimo stupore, dove il volto si rilassa lontano dagli sguardi del mondo. I rarefatti dettagli conferiscono un incredibile vividezza a queste figure così fugaci, catturate nella loro essenza e per sempre immortalate su tela.

Ultimi articoli