Anche il segretario provinciale uscente del Partito Democratico Massimiliano Dindalini commenta l’esito dei referendum sulle fusioni. “In Casentino il risultato purtroppo era prevedibile. Se il Pd fa l’occhiolino a ciò che è fuori dal Pd, la gente se ne accorge. C’è stata una proposta confusa, pasticciata. C’è stata una deresponsabilizzazione dei vertici regionali del Pd, a cominciare dal presidente del Consiglio Regionale, Eugenio Giani. E’ stato così affossato ogni tentativo di accorpamento, pur necessario. Leggo che il sindaco di Bibbiena Bernardini è contento, ma i suoi voti – in realtà – sono stati dimezzati.”