Abbiamo dovuto costruire una copertina nelle ultime ore per il numero di ottobre 2013, il 239. Le notizie non buone sulla situazione di alcune importanti aziende casentinesi ci hanno spinto a dare di nuovo la massima rilevanza ad una realtà economica che appare davvero difficilissima.

All’interno del giornale abbiamo preparato anche un’analisi della stagione turistica estiva scoprendo anche cose per molti aspetti inaspettate.
Al Badalischio il compito di affrontare a modo suo il futuro di Pratovecchio e Stia nel mese che vede svolgersi il referendum per l’unione dei due comuni. Inoltre anche una riflessione sull’ultima edizione della Biennale della Pietra Lavorata a Strada in Casentino.
In questo mese che vede il ritorno a pieno ritmo alle attività lavorative e scolastiche il punto sulla situazione che vivono i pendolari casentinesi e ciò che offre il “trenino” del Casentino.
Poi molto spazio allo spettacolo e alla cultura.
Apre a Soci, dopo i necessari lavori, il cinema 3D restituendo alla vallata una sala dove assistere ad eventi cinematografici in un ambiente dotato di un impianto di altissima qualità.
Inoltre parte la nuova stagione della NATA che festeggia i suoi 25 anni di attività, presentiamo nel giornale una breve storia di questa bella realtà teatrale e i loro progetti per il futuro.
Due storie poi ci parlano di due luoghi che sono stati importanti in Casentino.
Il “Bar Savelli” di Stia storico luogo di incontro per il paese e l’albergo del Montanino raccontato nelle pagine di un diario che è stato ritrovato e che viene presentato.
Seguono poi le rubriche e le pagine dedicate alla musica giovane, alla cucina, alla natura, al benessere… buona lettura!
Buona lettura!