Layout 1CASENTINO2000 di Marzo è in edicola con tantissime novità che riguardano la direzione del mensile e il sito web del giornale del Casentino, da oggi completamente rinnovato. Infatti, collegandovi a www.casentino2000.it potrete navigare un sito completamente nuovo, restaurato e migliorato nella grafica e nell’aspetto, con contenuti, articoli e approfondimenti redatti sempre con lo stile inimitabile del nostro mensile.

Per quanto riguarda CASENTINO2000 invece, da questo numero potrete leggere gli editoriali di Melissa Frulloni nuova caporedattrice del giornale, con Mauro Meschini vicedirettore e Massimo Trenti nuovo direttore responsabile della testata.

Iniziamo quindi questa nuova avventura a CASENTINO2000 con un giornale davvero ricco di articoli, in cui abbiamo scelto una copertina originalissima che richiama l’ormai già tristemente famosa “piscina di Santa Mama”, il laghetto d’acqua che si è formato all’interno del cantiere abbandonato della parabolica. Pronti ad organizzare una bella gara di pesca al ghiozzo, i pescatori casentinesi si sono già recati sul posto con canne e ami.

Festeggiamo poi la Festa della Donna raccontandovi la storia di una forte e coraggiosa, Christine Reimann, fondatrice dell’Associazione “Non Solo15”. Affrontiamo anche il problema dei furti in Casentino con il Comandante dei Carabinieri di Bibbiena Gabriele Fabian e mostrandovi foto esclusive di un furto avvenuto proprio in un’abitazione di Bibbiena. Restiamo nel paese più centrale del Casentino per parlarvi di una nuova area cani che sarà costruita nei pressi del parchetto del Centro Sociale. Poi un’inchiesta sugli asili nido della vallata per offrirvi informazioni utili su tutto quello che c’è da sapere su questo mini mondo casentinese. Vi mostriamo anche la situazione di Fonte Chiara una “discarica” abbandonata e nelle stesse (anzi peggiori!) condizioni del 2008.

Immancabili tutte le nostre rubriche a cominciare da Blocknotes con notizie, opinioni, idee dalla valle e dal web; la rubrica di libri, Sul Comodino di… Sac a poche e Mondovino con i mitici ravioli “gnudi” al tartufo. Su Casentino a 4 Zampe parliamo degli ospiti più anziani del Canile di San Piero. E poi ancora Essere, Anime e Animali, Sportcasentino e il mondo dell’associazionismo. Immancabile il nostro temibile e strisciante Badalischio che purtroppo ci porta una notizia davvero triste e disarmante; la chiusura del Punto Nascita del Casentino con i sindaci che sono stati a guardare mentre l’Ospedale ci veniva portato via pezzo dopo pezzo.

Vi ricordiamo di non perdervi gli interessanti servizi di CASENTINO2000TV, la nostra web tv visibile su You Tube e su casentino2000.it. Potete acquistare CASENTINO2000 anche nella versione digitale per leggere sul vostro tablet o smartphone il mensile della vallata.
Buona lettura e… buona visione!

Diamo il via a questa nuova fase di CASENTINO2000, felici del cambiamento, ma certi che una cosa nella nostra redazione non cambierà mai… Se il Re è nudo ve lo diciamo solo noi!

La favola di Hans Christian Andersen… “E così l’Imperatore si mise alla testa del corteo solenne, sotto il superbo baldacchino; e tutta la gente ch’era nelle strade e alle finestre, esclamava: “Mio Dio, come son fuor del comune i nuovi vestiti dell’Imperatore! Che stupendo strascico porta alla veste! Come tutto l’insieme gli torna bene!” Nessuno voleva dar a divedere che nulla scorgeva; altrimenti non sarebbe stato atto al proprio impiego, o sarebbe stato troppo sciocco. Nessuno dei vestiti imperiali aveva mai suscitato tanta ammirazione.

“Ma non ha niente in dosso!” – gridò a un tratto un bambinetto.

“Signore Iddio! sentite la voce dell’innocenza!” – esclamò il padre: e l’uno venne susurrando all’altro quel che il piccino aveva detto.

“Non ha niente in dosso! C’è là un bambino piccino piccino, il quale dice che l’Imperatore non ha vestito in dosso!”

“Non ha niente in dosso!” – gridò alla fine tutto il popolo. L’Imperatore si rodeva, perchè anche a lui sembrava veramente che il popolo avesse ragione; ma pensava: “Qui non c’è scampo! Qui ne va del decoro della processione, se non si rimane imperterriti!” E prese un’andatura ancora più maestosa; ed i paggi continuarono a camminare chini, reggendo lo strascico che non c’era.”