Dal 20 settembre al 9 ottobre 2014 ExpArt di via Borghi 80, a Bibbiena (Ar), ospita la collettiva dal titolo “Emersioni” a cura di Silvia Rossi.
Le pitture di Matteo Cassina, Daniele de Luca e Antonella Rizzo, e le sculture di Roberta Soldani, inaugureranno lo spazio espositivo nel centro storico bibbienese completamente rinnovato.
La mostra, a ingresso libero e gratuito, sarà visitabile dal martedì al sabato, dalle 15,30 alle 19,30, o su appuntamento.
Sabato 20 settembre, alle ore 18, il vernissage in galleria con un aperitivo curato da Bar Le Logge di Bibbiena. L’inaugurazione sarà impreziosita dalle improvvisazioni di Dimitri Milleri, giovane e talentuoso musicista. La sua performance avrà inizio alle ore 19.

LA MOSTRA
La spinta informale è il legante del nuovo evento espositivo di ExpArt, che affianca artisti diversi tra loro. Cassina, de Luca, Rizzo e Soldani sono quattro autori che hanno un approccio spontaneo all’arte, frutto di una pulsione primigenia, di un “sentire” e un “vedere” che si fondono e si uniscono per far emergere le loro singolari visioni.
Matteo Cassina viene dal mondo della medicina e il suo approccio all’arte pittorica è relativamente recente, ma le sue opere dimostrano maturità e ricerca. A Bibbiena presenta cinque tele di formato quadrato dal forte impatto estetico, a tratti astratte a tratti informali, in cui la materia domina incontrastata tra le tinte neutre e i colori caldi. Lavori vibranti e delicati al contempo.
Daniele de Luca torna alla pittura dopo aver dialogato con la grafica e la fotografia. Le sue tele partono dallo studio del paesaggio, che si spoglia pian piano della presenza umana e recupera tutta la sua dimensione di purezza e di poesia. Le pennellate forti e la materia densa acuiscono il profondo dialogo che l’opera instaura con lo spettatore.
Antonella Rizzo viene anch’essa dal mondo della medicina ma si muove da sempre anche nel campo della poesia e della fotografia. Le sue pitture, con cui partecipa alla mostra, si muovono tra l’astratto e il concettuale. Anche qui la materia, assieme al colore, assume un aspetto dominante, creando opere magnetiche, ipnotiche e riflessive.
Roberta Soldani è un’artista poliedrica. Pittrice, scultrice, fotografa, cantante e performer, propone un piccolo tratto del suo percorso di ricerca: il passo compiuto dalla pittura alla scultura. Opere entusiaste e ironiche, divertenti e spensierate, specchio certo di chi le ha create. Colori intensi e accoglienti, sculture che, come in un gioco, nascono da materiali comuni per diventare qualcosa di più.

ExpArt riapre per la collettiva “Emersioni” con un ambiente completamente rivisitato, caldo e cordiale. Un salotto, un interno domestico che accoglierà, oltre alle arti visive, anche oggetti d’uso come le opere permanenti di Eleonora Lucani, maestro vetraio di Castiglion Fiorentino, o le raffinate ceramiche di Silvia Granata.
Luci, vasi, sculture e oggetti di recupero, tutti pezzi unici realizzati con cura e passione da artisti straordinari che renderanno ancor più piacevole la visita alle mostre allestite nella galleria bibbienese.