da ASl Toscana Sud Est – 16 luglio: giorno di trasloco. Il Pronto Soccorso dell’ospedale del Casentino sposta la sua sede  nei locali completamente ristrutturati con  un investimento di oltre 400mila euro da parte della Asl TSE. “I lavori – ricorda Barbara Innocenti, Direttrice  dei Presidi ospedalieri di Arezzo, Casentino, Valtiberina e Valdichiana aretina – hanno determinato una ristrutturazione edile ed impiantistica. Sono stati rifatti pavimenti, rivestimenti, tinteggiature e controsoffitti, buona parte degli impianti idraulici ed elettrici, tutti gli impianti di sicurezza e rilevazione, i locali sono stati dotati di climatizzazione. Infine nuovi arredi e attrezzature”.
I lavori servono a garantire migliori servizi ai pazienti. Claudio Camillini, responsabile dell’ospedale dei Casentino: “abbiamo quindi creato due accessi distinti (pedonale e barellati) con dispositivi di controllo per sicurezza utenti e personale sanitario; creati ampi spazi per l’accoglienza dei pazienti che permettono effettuazione pre triage e mantenimento distanza di sicurezza e abbiamo rinnovato la postazione triage per di rispondere all esigenze della nuova codifica regionale”.  Miglioramento della struttura, potenziamento dei servizi. Massimo Bianchi è il responsabile del pronto soccorso: “adesso disponiamo di una stanza di isolamento polifunzionale, di uno spazio accoglienza per i pazienti pediatrici ed abbiamo incrementato i posti di osservazione breve intensiva. Altre novità sono rappresentate dal sistema di posta pneumatica per invio provette esami in laboratorio e da due  pensili a colonna nelle sale dedicate ai codici maggiori che rendono le postazioni più funzionali”.
All’investimento Asl si sono aggiunte numerose donazioni da parte di associazioni e amministrazioni comunali.
“Queste – sottolinea il Direttore generale della Asl TSE, Antonio D’Urso – confermano quanto positiva e radicata sia la collaborazione tra la nostra azienda, i Sindaci e il territorio. Il pronto soccorso è un fondamentale punto di riferimento in ogni area soprattutto in quelle, come il Casentino, che hanno un’orografia complessa che rende particolarmente importante la vicinanza del pronto soccorso. Da qui un investimento di 400mila euro che si aggiunge ai progetti che abbiamo discusso con il Presidente della Giunta regionale. La stima è quella di un investimento complessivo di 2 milioni e mezzo di euro di cui 1 milione e 200 mila euro per portare il numero dei posti letto in cure intermedie da 5 a 20.  La quota restante sarà destinata a nuove tecnologie e manutenzione straordinaria”.
pronto soccorso bibbiena 2020_b
pronto soccorso bibbiena 2020_d

pronto soccorso bibbiena 2020_c