Sono passati ormai quasi due mesi dalla chiusura parziale della strada dei Mandrioli che collega l’Alta Valle del Savio al Casentino. Una strada di vitale importanza non soltanto per lo sviluppo turistico di entrambe le vallate, ma soprattutto perché questo percorso ha mantenuto, nel tempo, la sua strategicità anche per il trasporto merci.

Nel corso degli ultimi vent’anni la manutenzione ordinaria del versante romagnolo è venuta sempre meno tanto da rendere il tratto oltre che fatiscente anche pericoloso. La chiusura della circolazione ai mezzi pesanti, quattro semafori, un’unica corsia di marcia rendono la percorrenza di questo tratto di strada un vero calvario che si tramuterà inevitabilmente in chiusura definitiva quando in autunno ci saranno le prime nevicate.

Per sensibilizzare maggiormente le istituzioni interessate a trovare una pronta risoluzione al problema i Circoli di Fratelli d’Italia del Casentino e della Valle del Savio hanno deciso di organizzare una manifestazione che si terrà Domenica prossima 5 luglio dalle ore 9,30 alle ore 10,30 al km 0 nel Comune di Bagno di Romagna.

La manifestazione ha come obiettivo quello di chiedere l’istituzione di un tavolo di lavoro tra Regione Emilia Romagna, Regione Toscana, Province interessate e Ministero delle Infrastrutture affinché possa essere riconosciuta l’importanza nazionale ed interregionale di questa importante via di comunicazione e che si possa finalmente iniziare quanto prima la realizzazione dei lavori necessari ed urgenti per la messa in sicurezza della SP 142.

Alla manifestazione parteciperanno i consiglieri comunali eletti in Casentino e nella Valle del Savio, i consiglieri Regionali di FDI Emila Romagna e Toscana, i Parlamentari eletti nelle Regioni interessate.

Federico Dini, Responsabile Enti locali FDI

David Marri, Consigliere comunale Poppi