Porte aperte nelle dimore storiche d’Italia per la nona edizione della Giornata Nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane. Domenica 19 maggio saranno oltre 400 le dimore storiche italiane, tra castelli, ville, manieri, casali, cortili, parchi e giardini, che accoglieranno il grande pubblico per il tradizionale appuntamento di primavera di ADSI. La Regione Toscana anche quest’anno primeggia per numero di aperture superando la cifra record di 116 cortili e giardini privati visitabili.

Come ogni anno, la Giornata Nazionale ADSI vuole essere un momento di coinvolgimento e di condivisione, ma anche di sensibilizzazione sul valore, non solo storico e artistico, ma anche socio-economico, di questa parte imprescindibile del nostro patrimonio culturale, la cui cura e conservazione sono interamente demandate ai proprietari privati. Le Dimore Storiche offrono infatti a turisti italiani e stranieri la possibilità di immergersi in atmosfere uniche e di andare alla scoperta di luoghi spesso poco conosciuti dal grande pubblico perché fuori dagli itinerari tradizionali. Il programma della Giornata Nazionale si arricchisce di un’ampia gamma di eventi culturali, quali mostre, concerti, spettacoli teatrali, con l’obiettivo di coinvolgere il pubblico di ogni fascia di età.

A Firenze, si rinnova anche quest’anno la collaborazione tra ADSI Toscana e la Scuola di Musica di Fiesole per portare la musica nelle dimore storiche del territorio fiorentino. Sono 5 i concerti programmati in altrettante dimore del centro storico. Un’assoluta novità il progetto d’arte contemporanea ICONOSMASH, a cura di Valeria D’Ambrosio, nato dalla collaborazione con l’Associazione Betaway che propone, all’interno di palazzi storici, giardini e cortili del quartiere di Santo Spirito, gli interventi site-specific di sette giovani artisti.

Dopo la città capoluogo, è la Lunigiana a proporre il maggior numero di dimore: 25, tra palazzi e castelli. Sulle colline toscane sono previste le aperture di cantine storiche per degustazioni dedicate.

Gli studenti di scuole di turismo e istituti d’arte, con cui ADSI ha stretto rapporti di collaborazione continuativi, svolgono il ruolo di guide per i visitatori: in questo modo la Giornata Nazionale riesce a coinvolgere anche direttamente le nuove generazioni nella valorizzazione del patrimonio storico-architettonico, che rappresenta una risorsa così vitale per il nostro Paese.

In programma, in tutte le zone, visite guidate che offrono chiavi di lettura inconsuete e originali.

La Giornata Nazionale si inserisce nella seconda edizione della European Private Heritage Week, istituita dalla European Historic Houses Association, a cui A.D.S.I. aderisce, che si svolgerà tra il 16 e il 19 maggio per celebrare i beni storico-artistici e paesaggistici di proprietà privata in tutta Europa. Si rinnova così un importante appuntamento con la storia, l’arte e le tradizioni del nostro comune patrimonio culturale, attraverso i numerosi eventi proposti dalle diverse organizzazioni europee che aderiscono all’iniziativa. La prima edizione della EPHW ha visto il coinvolgimento di 17 Paesi Europei (Austria, Belgio, Estonia, Finlandia, Francia, Grecia, Irlanda, Italia, Latvia, Lituania, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Serbia, Spagna, Svizzera) e di migliaia di visitatori che hanno potuto ammirare in via del tutto eccezionale la bellezza di centinaia di residenze d’epoca sparse su tutto il territorio europeo.

Le aperture di Arezzo, Casentino e Aretino

1) Castello di Porciano, via Dante Alighieri, località Porciano – Pratovecchio Stia – AR

2) Castello dei Conti Guidi, località Castel San Niccolò, Strada in Casentino – AR

Apertura dalle 14 alle 18. Il castello sarà visitabile a gruppi guidati con partenza ogni ora.

N.B. è presente un piccolo parcheggio nelle vicinanze del castello, altrimenti consigliamo di lasciare la macchina prima del ponte sul fiume Solano e proseguire a piedi per circa 1km seguendo la strada asfaltata, oppure seguire la ripida e caratteristica “mulattiera”. Per info: 339 8724833.

3) Palazzo Martellini – Montini, via Cappucci 8, Bibbiena – AR (nella foto)

Visita al giardino, alla terrazza panoramica e ai salotti al piano nobile.

4) Parco Botanico di Villa Della Nave, via Valcello 3, località Cicogna – Terranuova Bracciolini – AR

Accolti dalla proprietà, il parco botanico sarà accessibile solo con accompagnamento: sono previste due visite guidate gratuite preferibilmente su prenotazione a cura dell’Associazione Alcedo ambiente. Appuntamento alle 11 e alle 15 davanti alla Chiesa di Santa Lucia nel borgo di Cicogna.

Per info e prenotazioni: 328 2024692 – 328 1520911 – www.alcedoambiente.com

5) Castello di Montozzi, via Castello di Montozzi 6, località Castello di Montozzi – Pergine Valdarno, Laterina – AR

Visite guidate a cura della dottoressa Angela Bartolini Baldelli, storica dell’arte, al parco e al borgo, con affaccio alla chiesa, al salone della villa, e alle antiche cantine.

6) Palazzo Guillichini, Corso Italia 113 – Arezzo

Apertura dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 18. Ore 16 intervento della dottoressa Liletta Fornasari nel giardino d’inverno.

7) Giardino del Castello di Montecchio Vesponi, via Montecchio Vesponi, località Montecchio – Castiglion Fiorentino

Apertura del giardino dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.

Ore 10.30 e 15 due visite guidate, su prenotazione, al museo del Castello a cura degli archeologi dell’associazione inCastro, offerta 5€.

Per info e prenotazione 331 9418621.

8) Villa Sandrelli, via Lauretana 1, località Camucia – Cortona, AR

Associazione Nazionale Dimore Storiche L’Associazione Dimore Storiche italiane, Ente morale riconosciuto senza fini di lucro, è l’associazione che riunisce i titolari di dimore storiche presenti in tutta Italia. Nata nel 1977, l’Associazione conta attualmente circa 4500 soci e rappresenta una componente significativa del patrimonio storico e artistico del nostro Paese. L’Associazione promuove attività di sensibilizzazione per favorire la conservazione, la valorizzazione e la gestione delle dimore storiche, affinché tali immobili, di valore storico-artistico e di interesse per la collettività, possano essere tutelati e tramandati alle generazioni future nelle condizioni migliori. Questo impegno è rivolto in tre direzioni: verso i soci stessi, proprietari dei beni; verso le Istituzioni centrali e territoriali, competenti sui diversi aspetti della conservazione; verso la pubblica opinione, interessata alla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale del Paese.

Associazione Nazionale Dimore Storiche | Toscana adsitoscananews.info

GUIDA GIORNATA NAZIONALE ADSI 2019 sezioni singole WEB.cdr