Il Giorno del Ricordo è una solennità civile nazionale italiana, celebrata il 10 febbraio di ogni anno. Istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92, vuole conservare e rinnovare «la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe dell’esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani dalle loro terre durante la seconda guarra mondiale e nell’immediato secondo dopoguerra (1943-1945), e della più complessa vicenda del confine orientale».

Con queste poche ed appropriate parole – introduce Dini – si declina il contorno del Giorno del Ricordo. L’auspicio di voler “conservare e rinnovare” è il motivo che ha spinto i tre circoli casentinesi di FDI ad organizzare per domenica 10 febbraio 2019 alle ore 16.30 a Bibbiena, una manifestazione pubblica sul tema.

Il programma della manifestazione sarà reso nota nei prossimi giorni. Al momento stiamo valutando varie opzioni per rendere l’evento facilmente raggiungibile dalle varie parti del Casentino. Auspicio ed obbiettivo è quello di dare il giusto risalto al Giorno del Ricordo con l’attenzione che “una solennità civile nazionale” richiede.

L’iniziativa – concludono Dini, Bini, Caruso – parte dal nostro movimento politico da sempre vicino alla tematica della tragedia delle Foibe, auspicando che si possa uscire dai nostri perimetri per dare corso ad un evento culturale e di approfondimento che tragedie come questa richiedono. Grazie alla testimonianza di chi ha vissuto tali tragici eventi, con i relativi approfondimenti desideriamo che il ricordo diventi un monito per tutti e che possa contribuire ad evitare il ripetersi di simili tragedie alle generazioni future.

Fdi Circolo Bibbiena – Dini, Fdi Circolo Pratovecchio Stia – Bini, Fdi Circolo Alto Casentino – Caruso