fbpx
8.7 C
Casentino
domenica, 27 Novembre 2022

I più letti

Il Colonnello Luigi Arnaldo Cieri a capo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Arezzo

Luigi Arnaldo Cieri, 53 anni, molisano, dal 20 ottobre è il nuovo comandate in forze ad Arezzo. Il neo Comandante proviene da una struttura investigativa specializzata interforze istituita il 28 giugno 2011 al Ministro dell’Interno presso la Direzione Centrale della Polizia Criminale del Dipartimento della Pubblica Sicurezza a Roma per la prevenzione e il contrasto dei tentativi di infiltrazione mafiosa negli appalti pubblici relativi alla realizzazione della Nuova Linea ferroviaria Torino-Lione.

Il Colonnello Cieri ha all’attivo una lunga carriera militare nell’Arma dei Carabinieri, avendo prestato servizio dalla metà degli anni ’80 ai primi ’90 in Puglia e in Sicilia. Qui è stato rispettivamente Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Lecce e della Tenenza di Mazara del Vallo (TP), quindi dell’omonima Compagnia e, subito dopo, della Compagnia di Fasano.

Dalla fine del ’93 è entrato a far parte del Raggruppamento Operativo Speciale Carabinieri (ROS) maturando un’inensa e significativa esperienza professionale per aver ricoperto diversificati incarichi investigativi di comando in più Reparti di Nucleo Centrale e comandato ininterrottamente per dodici anni diverse articolazioni della speciale struttura anticrimine dislocate in ambito regionale quali, in successione, le Sezioni Anticrimine di Ancona, Firenze e Roma dove ha diretto un complesso di attività di indagine in materia di criminalità organizzata, specie di tipo mafioso, eversiva e terroristica. E tra le indagini nei settori dell’eversione interna e del terrorismo internaionale, sviluppate sia in territorio nazionale che in difficili teatri operativi all’estero (Iraq, Afghanistan), in particolare merita di essere ricordata quella relativa alla “Strage di Nassirya” in Iraq del 12 novembre 2003, compiuta per finalità di terrorismo, contro il Contingente militare italiano impegnato nella missione di pace denominata “Antica Babilonia” nella quale rimasero uccisi 12 militari dell’Arma dei Carabinieri, 5 dell’esercito italiano, 2 civili italiani e 8 cittadini iracheni, tra cui 2 bambini. La complessa e protratta attività investigativa si concludeva con l’individuazione dell’organizzazione terroristica di matrice islamica che aveva pianificato e organizzato l’attentato e l’identificazione degli esecutori.

Due lauree e un master, il Colonnello Cieri è insignito dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana e decorato della Medaglia Mauriziana al Merito di dieci lustri di carriera militare, della Medaglia d’Oro al merito di lungo comando di Reparto, della Croce d’oro per anzianità di servizio militare, nonché della Medaglia d’Oro al merito della Croce Rossa Italiana.

Ultimi articoli

Articolo precedenteNuova sede per CASENTINO2000
Articolo successivoC’era una volta la naja…