fbpx
30.3 C
Casentino
domenica, 26 Giugno 2022

I più letti

Il Comitato Arezzo per Tsipras promuove un’alternativa per Arezzo

Il Comitato “Arezzo per Tsipras” promuove e si mette a disposizione per un percorso aperto e partecipato finalizzato alla costruzione di una coalizione sociale che faccia finalmente voltar pagina a questa città.
Una città da diversi anni ormai governata da un ceto politico espressione degli interessi forti, lontano dai bisogni e dalle aspirazioni di coloro che sopportano maggiormente i costi della crisi: lavoratori, ceti produttivi, giovani, precari, pensionati.
Il nostro obiettivo è una lista di cittadinanza attiva, che faccia propri i valori migliori della Sinistra, che prefiguri un progetto politico innovativo aperto alla società civile e alla massima partecipazione: una lista che sappia parlare a quel 50% di cittadini che non vanno più a votare, perché solo con la partecipazione di tutti le cose si possono cambiare.
Questa iniziativa – del tutto autonoma e nettamente alternativa al resto del panorama politico aretino – avrà come interlocutori privilegiati quanti in questi anni, con forte spirito civico, si sono battuti nei numerosi comitati cittadini contro privatizzazioni, esternalizzazioni e scempio del territorio, in difesa di quei beni comuni che appartengono alla nostra comunità.
Un primo appuntamento di quest’“Altra Arezzo” sarà fissato nei prossimi giorni, con l’intento di promuovere la manifestazione per il lavoro del 25 ottobre a Roma, indetta dalla CGIL, contro la riforma che il governo vuole avviare.
Con il “jobs act”, il governo reazionario Renzi/Berlusconi/Alfano prosegue nella strada della precarizzazione del lavoro: con il lavoro instabile «usa e getta», espletato comunque sotto ricatto e senza nessuna certezza del futuro, ben si potrà giungere, invero, anche a una drastica diminuzione dei salari sino alla soglia della sopravvivenza.
Aumentare le disuguaglianze, già oggi intollerabili, è l’esatto opposto di ciò che serve per uscire dalla crisi.

Ultimi articoli