Il progetto “Il cuore di Bibbiena” – con l’approvazione in Giunta esecutiva dello scorso mercoledì – parte in modo ufficiale. Il progetto, condiviso con le Misericordie di Bibbiena e Soci, la Centrale Operativa 118 di Arezzo in collaborazione con la Fondazione “Andrea Cesalpino” e “Arezzo cuore”, è stato reso pubblico lo scorso luglio.

In sostanza si tratta di dotare tutte le scuole, gli impianti sportivi, le vetture della Polizia Municipale, gli uffici comunali e le frazioni sparse nel territorio, di defibrillatori intelligenti. I soggetti che hanno promosso il progetto hanno di recente firmato un protocollo di intesa attraverso il quale si sono fissati degli obiettivi progressivi attraverso i quali poter dotare queste strutture dei defibrillatori e aver svolto corsi di formazione adeguati al loro utilizzo. Gli Istituti Comprensivi, gli Istituti Superiori del Comune di Bibbiena, le associazioni sportive che svolgono la loro attività nel territorio comunale hanno mostrato un vivo interesse ed accolto la proposta con grande entusiasmo. Addirittura alcune associazioni coopereranno concretamente all’acquisto dei defibrillatori.

L’importanza del progetto sta proprio in questo aspetto: ossia la possibilità non solo di dotare tanti ambienti del defibrillatore, ma anche di abilitarne all’uso il personale operante nelle strutture stesse dopo un corso di formazione per il corretto utilizzo di detta strumentazione in casi di emergenza-urgenza, (circa 10-15 unita’ ogni installazione).

L’Assessore Matteo Caporali commenta: “Quello dell’approvazione formale è un momento importante: da questo momento l’amministrazione, con i soggetti interessati, si occuperà di rispettare le tappe a suo tempo definite nel protocollo sottoscritto da tutti i soggetti coinvolti per la dotazione di questi importanti strumenti salvavita”.