di Anselmo Fantoni – E’ appena trascorso un anno da quando il Dott. Berrino e il suo braccio destro, la vulcanica Enrica Bortolazzi, hanno messo le radici in Casentino e già si incominciano a vedere i frutti per chi ha iniziato a seguire La Grande Via. In quest’anno tante sono state le cose concretizzate soprattutto con gli addetti ai lavori, il prossimo fine settimana ci sarà la chiamata a raccolta di tutti coloro interessati a riscoprire un nuovo modo di intendere vita e salute. Un evento completo e aperto sulla filosofia del vivere in salute e in armonia con tutto e con tutti di cui Franco ed Enrica sono un esempio. Ma per realizzare il possibile paradiso terrestre non bastano le regole del mangiare sano, fare attività fisica e trovare spazio per un ascolto di se tramite tecniche di meditazione e preghiera; occorre innanzi tutto ascoltare il respiro della Terra. La Terra infatti è quel sistema che permette di realizzare i nostri sogni di felicità, è un complicato intreccio di vite, dai micro organismi ai più complessi apparati pluricellulari. Noi uomini abbiamo il compito e la fortuna di essere i depositari e i responsabili della sua cura, non a caso le culture primordiali, dagli aborigeni australiani, ai nativi del Nord America e perché no alle culture druidiche del nord Europa, tutte fondavano i propri ritmi vitali e sociali con una grande attenzione a quello che la terra sospirava agli sciamani. Un aspetto che noi uomini tecnologici industriali abbiamo dimenticato, noi esseri con sindrome da interruttore, voglio luce? Tac, accendo un interruttore, o chiedo ad Alexia, e la luce si accende, perdendo la conoscenza di cosa sta dietro ad ogni piccola e semplice azione. Anche se all’evento saranno presenti tanti esperti e politici locali, così da poter sviscerare i molteplici aspetti e perché no, elaborare nuovi percorsi atti a riscoprire amore e rispetto per se stessi e per l’ambiente, la cosa più importante sarà quella di vedere tanti Casentinesi partecipare a un momento formativo, ludico e ricreativo per il bene di tutti. Un anti sagra? Assolutamente no, una Via diversa per raggiungere la felicità.

respiro terra