Partirà nei prossimi giorni il progetto PICCOLI SGUARDI che è giunto alla sua SEDICESIMA EDIZIONE. Spettacoli teatrali, approfondimenti ed incontri che accompagneranno l’anno scolastico di tutte le scuole casentinesi. Oltre 30 spettacoli in programma che spazieranno dalle favole classiche, quali Il Pifferaio Magico, Hansel e Gretel, ai classici della letteratura come la Divina Commedia e L’Isola del Tesoro, fino alle storie originali create per il mondo dell’infanzia da giovani artisti.
Una attenzione che la compagnia teatrale NATA dedica al mondo dell’infanzia e della scuola da ormai 25 anni con una attenzione particolare alle nuove generazioni. Livio Valenti, direttore artistico della manifestazione dichiara:
“Per raccontare il programma di quest’anno abbiamo scelto una frase di Rita Levi Montalcini che ben rappresenta le nostre intenzioni
Pensate al futuro che vi aspetta, pensate a quello che potete fare, e non temete niente.
Crediamo che aprire le porte della fantasia ai giovani sia un modo per immaginare il futuro e conservare la libertà. Questa è la nostra speranza e spesso ci basta l’espressione di un viso o un’osservazione autentica, acuta e profonda dei nostri piccoli spettatori per capire se abbiamo raggiunto veramente l’obiettivo.”
L’inizio è decisamente intenso: Il 27 novembre ci saranno Il Mio Amico Mostro del Teatro del Buratto di Milano al Teatro Dovizi di Bibbiena e Il Pifferaio Magico dell’Uovo Teatro di Innovazione dell’Aquila; il 3 e 4 dicembre Il Gatto Che Sbagliava le Storie della NATA verrà presentato nelle scuole dell’infanzia di Pieve San Giovanni e Partina; il 10 e 11 dicembre la compagnia livornese Pilar Ternera proporrà Hansel e Gretel all’Auditorium di Capolona poi di nuovo al Teatro Dovizi e… così via! Un programma intenso ed emozionante che arriverà fino al mese di maggio. Gli spettacoli inizieranno sempre alle 10,30 (salvo diversa indicazione).
La rassegna PICCOLI SGUARDI è promossa dall’Unione dei Comuni del Casentino e da tutti i Comuni della vallata, con il sostegno della Provincia di Arezzo, della Regione Toscana, del Ministero dei Beni Culturali, della Rete Teatrale Aretina e della Fondazione Giuseppe e Adele Baracchi, per la Direzione Artistica e tecnico-amministrativa della Compagnia NATA che gestisce il progetto anche grazie al prezioso contributo di sponsor privati quali MiniConf, Aruba, Banca Etruria, Coingas-Estra Energie, DREAM Italia, Inplaf, Laife, oramai partner consolidati dell’iniziativa.

Informazioni: nata@nata.it 335.1980510.