fbpx
8.3 C
Casentino
mercoledì, 30 Novembre 2022

I più letti

Il Vice Sindaco di Poppi mette “in mora” il Sindaco Toni

Un documento-appello firmato dal Vice Sindaco di Poppi insieme con due consiglieri comunali di opposizione. Se non si fosse trattato di Badia Prataglia che doveva essere, a ragione veduta, la porta e vetrina del Parco nazionale, la notizia poteva essere relegata a semplice bega interna al PD senonché, dalla lettura del documento, viene fuori una articolato atto d’accusa nei confronti dell’amministrazione poppese rea di aver del tutto abbandonato a se stesso l’importante centro casentinese tanto è vero che vengono denunciate ben 19 criticità che investono un po’ tutti gli aspetti infrastrutturali, economici e sociali del paese.

Tutte cose vere e facilmente riscontrabili. La cosa che però lascia perplessi è che Acciai NON è un consigliere qualsiasi: è un importante esponente del PD casentinese ed è in Giunta da più di 7 anni con incarichi molto importanti:

  • Rappresentante del Comune di Poppi all’Unione dei Comuni montani del Casentino
  • Delega agli affari generali di Badia Prataglia e rapporti con il Parco nazionale delle Foreste Casentinese
  • Vicesindaco e Assessore al Turismo e Ambiente.

Certificati per sua stessa ammissione gli scarsi ed imbarazzanti risultati conseguiti dalla sua pluriennale attività amministrativa, siamo di fronte a un altro caso di “minoranza della maggioranza” simile alla campagna di Ceccarelli con Giani?

Riportiamo la lettera scritta dai Consiglieri Riccardo Acciai, Lisa Marri e Alberto Ciampelli, inviata al Sindaco di Poppi, Carlo Toni.

Al Sindaco del Comune di Poppi

Nella prospettiva di una imminente e auspicata riapertura dopo il superamento dell’emergenza COVID, come consiglieri comunali individuiamo nei seguenti punti gli obiettivi da perseguire per il bene comune del paese di Badia Prataglia, partendo dall’esperienza di collaborazione che si è avuta per affrontare il primo di questi obiettivi, e cioè la riapertura della strada provinciale 69 che collega Badia Prataglia alla località Il Capanno.

Ciò premesso CHIEDIAMO QUANTO SEGUE e quindi CI IMPEGNIAMO a perseguire questi obiettivi:

  • Affrontare e risolvere le problematiche dovute alla caduta di massi nella strada provinciale 69 che collega Badia Prataglia alla località il Capanno per la quale a seguito dell’incontro avvenuto venerdì in data 12 u.s. nella sede della Provincia di Arezzo è stata ricevuta la delegazione  del Comune di Poppi, composta dal Sindaco Carlo Toni e dal Consigliere Ciampelli e durante il quale la Presidente della Provincia Silvia Chiassai, insieme alla struttura tecnica ha assicurato  che l’intervento verrà realizzato nel brevissimo periodo e soprattutto è stata condivisa  l’importanza che riveste per gli aspetti economici e sociali di Badia Prataglia.
  • Centro visita, come si intende operare nell’affidamento e nella gestione dello stesso, in considerazione delle passate esperienze.
  • Scuole, quando e come si intende intervenire per lo spostamento, in sicurezza, della sede scolastica nel centro visita.
  • Piazza antistante la Chiesa, a che punto sono i lavori di riqualificazione della stessa e la realizzazione del sagrato.
  • Copertura Piazza XIII aprile, visto lo stato della stessa, chiediamo una verifica della stabilità strutturale e della copertura.
  • Area giochi, quando si intende dare corso agli accordi presi l’anno passato con le Associazioni, concernenti la messa in sicurezza e la sostituzione dalla recinzione.
  • Cinema, come si intende gestire questo stabile che ormai da tempo è lasciato a sé stesso.
  • Palestre, come si intende gestire l’utilizzo di queste strutture (eventuali convenzioni con Associazioni presenti per la gestione della palestra vecchia e la gestione, da parte del Comune, di quella nuova).
  • Arredo urbano, come si intende procedere per la completa riqualificazione dello stesso.
  • Cartellonistica, segnaliamo nuovamente la completa mancanza di cartellonistica conforme alla legge che il più delle volte crea gravi problemi all’individuazione delle vie ai mezzi di soccorso (ambulanze ecc.).
  • Viabilità, come e quando si intendono risolvere le problematiche strutturali (caduta di muretti e guard rail di contenimento e fatiscenza delle ringhiere che delimitano le strade stesse), riguardanti nello specifico, Via La Casina, Via Casacelino e Via Sassopiano.
  • Illuminazione, segnaliamo da tempo, la mancanza di illuminazione della Piazza XIII Aprile e di parte di Via Nazionale; chiediamo la risoluzione definitiva di tali problematiche, che si riscontrano altresì all’interno del cimitero comunale a cui tutta l’Amministrazione tiene particolarmente.
  • Situazione cassonetti, chiediamo che l’Amministrazione si faccia carico di confrontarsi con SEI Toscana per la messa in sicurezza degli stessi, creando pedane di appoggio che ne evitino il ribaltamento.
  • Carbonile, come si intende risolvere la gestione dello stabile che appare anch’esso in totale abbandono.
  • Stazione ricarica biciclette, quando si intende attuare il progetto di costruzione delle colonnine elettriche, già definito in prossimità di Piazza XIII Aprile, insieme alla sua definitiva sistemazione per la parte che riguarda il marciapiede.
  • A che punto è la procedura per l’installazione del POSTAMAT.
  • Sollecitare l’Unione dei Comuni Montani del Casentino per la manutenzione dell’area di sosta in località Campo dell’Agio.

Da ultimo, certamente non per importanza, chiediamo che l’Amministrazione faccia da collante fra tutte le Associazioni del paese, in maniera di avere una unica interlocuzione con il Parco delle Foreste Casentinesi e che questo si verifichi già da subito, in modo da realizzare in maniera certa, l’unico evento al momento possibile organizzato dall’ASD di Badia Prataglia e cioè il TRAIL SACRED FOREST 2021 previsto in data 23 maggio.

In attesa di un positivo riscontro, non solo per noi Consiglieri, ma per tutta la popolazione di Badia Prataglia.

Porgiamo distinti saluti.

Badia Prataglia, 26/03/2021

badia1

Ultimi articoli