fbpx
18.3 C
Casentino
sabato, 25 Giugno 2022

I più letti

Incontro con Tiziano Fratus, scrittore poeta, cercatore di alberi

Ammirare, raccontare, trasmettere la meraviglia della natura. E’ questo l’oggetto quotidiano del lavoro di Tiziano Fratus. Scrittore, poeta, escursionista, fotografo, Fratus dedica il suo talento poliedrico alla missione di avvicinare l’uomo al suo patrimonio naturale attraverso l’incontro appassionato con gli alberi. E’ quindi un personaggio quantomai adatto a rappresentare una delle grandi risorse del Casentino: le foreste, la natura.
Fratus sarà ospite del prossimo appuntamento de “Le parole e il silenzio” il ciclo di incontri organizzato dalla Fondazione Baracchi.
L’incontro, in programma venerdì 7 novembre a Villa la Mausolea di Soci (ore 21, ingresso libero) svilupperà il tema “Le radici del nostro futuro”. Infatti intorno alla testimonianza di Fratus la serata si alimenterà delle testimonianze di chi sta cercando di introdurre nuove proposte capaci di valorizzare le qualità ambientali della valle dando così un contributo a affrontare e superare la crisi economica.
L’ambiente naturale, salvaguardato per secoli, oggi raccolto in un parco nazionale, non è soltanto parte delle radici del Casentino, ma può diventare anche elemento di crescita e di sviluppo per il futuro. E l’incontro del 7 novembre metterà al centro queste potenzialità.
Fratus, che si autodefinisce un ‘cercatore di alberi’ e che per questa passione ha girato boschi e foreste di tutto il mondo, scrivendo numerosi libri (Homo Radix. Appunti per un cercatore di alberi, L’Italia è un bosco, Manuale del perfetto cercatore di alberi) ci aiuterà a capire il valore di questa risorsa naturale. L’incontro sarà condotto, come sempre, dai giornalisti Massimo Orlandi e Paolo Ciampi.
L’appuntamento con lo scrittore-poeta avrà un’appendice il giorno dopo, sabato 8 (ore 10) quando Fratus guiderà un’escursione nell’area di Metaleto di Camaldoli per conoscere più da vicino le meraviglie del nostro patrimonio naturale (informazioni più dettagliate verranno comunicate la sera dell’incontro).
Dopo l’incontro con Fratus l’appuntamento con “Le radici del nostro futuro” continuerà idealmente a distanza di venti giorni: sabato 29 novembre (ore 16.30) presso il Centro Creativo Casentino di Bibbiena, ospite della Fondazione sarà il giornalista Giorgio Zanchini, conduttore di Radio anch’io (Radio Uno Rai) ed esperto di giornalismo culturale. Questa volta la parola d’ordine invece che natura sarà cultura, ma identico rimarrà l’obiettivo: vedere come i beni culturali, le tradizioni, i valori, i luoghi e le idee della cultura possano diventare veicolo di crescita per il Casentino.

Ultimi articoli