Un Cinema che chiude è un patrimonio che se ne va. In quel nucleo fatto di emozioni sono raccolte le memorie di una Comunità che non chiudono e che nessuno potrà mai demolire. Nell’anno del memorabile film “Il Ciclone” molti di quei piccoli grandi Cinema erano luogo naturale di aggregazione, oggi i più sostituiti dai più grandi “multisala”. Tra quei Cinema ve ne era uno, il “Cinema Dante” di Ponte a Poppi (simbolo di quella indimenticabile generazione di Cinema) oggi in via di demolizione. Il Cinema Dante ha rappresentato il cuore pulsante della Comunità di Ponte a Poppi e del Casentino: Cinema, luogo di eventi prestigiosi come “Il Ponte d’Oro”, luogo di incontro per le scuole e per il pubblico. È nostra volontà adoperarci per salvare il suo patrimonio culturale. È una vecchia promessa fatta alla proprietà che desideriamo mantenere e che manterremo a tutti i costi. Perché i ricordi non restino solo ricordi. Ma si trasformino in opera.

VivArte Associazione Culturale Terre d’Arno – Il Presidente, Enrico Lettig