fbpx
6.8 C
Casentino
venerdì, 2 Dicembre 2022

I più letti

Le Novelle della Nonna, il libro preferito dai nostri Sindaci…

In questo periodo siamo tutti più buoni e facili a credere un po’ di più a tutto. Babbo Natale, la Befana, i Re Magi, sono suggestioni che hanno un fascino particolare anche sugli adulti. Lo stesso effetto deve avere fatto l’inviata speciale Saccardi sui Sindaci del Casentino, noti per non credere alle fiabe che vengono loro raccontate, ma di essere fermi sulle loro posizioni in difesa del Casentino e dell’Ospedale… Tranquilli, non siamo impazziti, ci siamo lasciati trasportare e, anche noi, volendo credere a quello che non succederà mai e fa parte del mondo dei sogni, abbiamo sperato in uno scatto di orgoglio di chi (male) ci rappresenta. Ma siamo sotto Natale, il periodo aiuta, e ci risiamo. La Regione lancia delle mirabolanti promesse su come mantenere e incrementare la sanità casentinese, i Sindaci plaudono, come fossero un commosso coro natalizio, e ringraziano… Almeno si passa le feste bene, avranno pensato candidi, finito il Pandoro si vedrà.
La pochezza politica e amministrativa dei politici nostrani è veramente disarmante: salvo rarissime eccezioni, siamo di fronte alla peggior classe amministrativa che il Casentino abbia mai avuto.
Ancora si crede alle “novelle” (per restare in tema, la Saccardi deve aver consigliato ai Sindaci “Le Novelle della Nonna” per le feste), ancora si vuole dare fiducia a personaggi come Desideri e i suoi pard, ancora si crede a chi ha rifatto una riforma sanitaria regionale in un mese alla faccia di tutti i toscani che hanno votato per avere il referendum. Da notare: l’unica certezza dell’incontro è stata la probabile chiusura del punto nascite…
Senza nessuna vergogna, soprattutto dei nostri Sindaci che, per pudore, almeno per quello, sperando che tutto passi sotto silenzio, dovrebbero smetterla di lanciare al mondo dei comunicati ormai sempre più ridicoli.
Comunque, per rientrare nel mondo reale, possiamo confermare che intanto le visite reumatologiche e quelle allergologiche pediatriche NON SI FANNO PIU ALL’OSPEDALE DI BIBBIENA, ma si dovrà andare ad Arezzo. Un altro piccolo pezzo dello smantellamento dei servizi sanitari in Casentino…
I nostro Sindaci credono ad altro, voi Casentinesi che siete molto più avanti di loro e non avete poltrone da difendere, vigilate anche durante le feste.
Auguri…
Il Badalischio

Ultimi articoli