fbpx
13 C
Casentino
venerdì, 9 Dicembre 2022

I più letti

Legge Lorenzin, fondamentale informarsi e conoscere i propri diritti

Riceviamo e pubblichiamo dal Comitato Libera Scelta Casentino.

Ultima data per la proiezione del film/documentario “Il Ragionevole Dubbio” di Ambra Fedrigo, dopo i successi di Pratovecchio e Corsalone, domani martedì 24 ottobre saremo a Ponte a Poppi, presso il Centro Sociale “Kontagio” in piazza Risorgimento 37, alle ore 21.

Vogliamo inoltre informare la popolazione tutta di come gli enti che dovrebbero attuare questa nefasta legge sono i primi a non rispettarla bensì ad interpretarla a loro piacimento, succede così che il Comitato nato per salvaguardare la libertà di scelta debba anche vigilare affinchè la legge venga rispettata.

Il Comitato ha infatti riscontrato che i dirigenti Asl ed alcuni dirigenti scolastici stanno minacciando i genitori non ancora in regola con l’iter vaccinale dei propri figli che se questo non verrà intrapreso entro la data del 10 Marzo 2018 i loro bambini (nella fascia d’età 0/6) verranno esclusi da scuola.

Come Comitato dobbiamo chiarire che questo termine è valido solamente per quei genitori che all’ inizio dell’anno scolastico avevano optato per l’auto-certificazione della regolarità vaccinale circa i propri figli (opzione sconsigliata dal nostro e da altri Comitati per la libera scelta); mentre per coloro che avessero scelto di inviare la raccomandata all’ASL per la richiesta del colloquio preventivo o per quelli che non hanno ancora fatto nulla, il termine ultimo è quello del 10 Luglio 2018, data entro la quale i genitori dovranno dimostrare di aver avviato l’iter vaccinale pena l’esclusione dei propri figli da materne e nidi e multe da 100 a 500 euro.

Vogliamo altresì sottolineare le diverse incongruenze di questa legge che ha creato tanto caos e polemiche:

  1. innanzitutto l’esclusione di alcuni bimbi dagli istituti a fronte del fatto che la scuola, la vera “buona scuola”, dovrebbe includere anziché emarginare e discriminare
  2. inoltre tale esclusione non ritrova alcuna giustificazione sanitaria (es.i vaccinati devono essere protetti dai non vaccinati) perché comunque i vaccinati possono venire a contatto con insegnanti, operatori scolastici, autisti, cuochi delle mense ed altro personale per i quali non è previsto alcun obbligo vaccinale
  3. per di più i bimbi degli asili inizialmente esclusi e multati dovranno essere re-integrati come per magia al pagamento della sanzione, una volta raggiunta la scuola primaria e torneranno a giocare tranquillamente insieme agli altri bimbi vaccinati
  4. c’è da aggiungere che i bimbi vaccinati (solo teoricamente al sicuro nelle scuole) ritroveranno gli altri bimbi/adulti non vaccinati nelle palestre, piscine, parchi-gioco, cinema, teatri, ecc
  5. vogliamo infine rammentare a chi non lo sapesse che la tanto sbandierata epidemia di morbillo (che non aveva neppure i numeri per essere dichiarata tale) colpisce principalmente soggetti la cui età media è 27 anni, pertanto non più in età scolare

Queste sono solo alcune delle assurdità a cui stiamo andando incontro a causa di una legge che sarà con tutta probabilità dichiarata incostituzionale quanto prima, firmata da un Ministro che ha dichiarato pubblicamente  il falso (e già denunciata per procurato allarme) e che, purtroppo, continua a legiferare sulla nostra pelle e su quella dei nostri figli, figli che noi difendiamo e continueremo a difendere con tutte le nostre forze.

COMITATO LIBERA SCELTA CASENTINO

Ultimi articoli