fbpx
18.3 C
Casentino
sabato, 25 Giugno 2022

I più letti

Maggiori controlli sulle bevande alcoliche ai minori

Il Corpo di Polizia Municipale di Bibbiena, in accordo con l’amministrazione, sta intensificando i controlli nei locali del territorio, in riferimento all’osservanza dei divieti di vendita e somministrazione di alcolici ai minorenni.
I controlli, ovviamente, non si concluderanno con il periodo estivo, ma si estenderanno anche oltre e questo allo scopo non solo di repressione di comportamenti a rischio, ma anche per vigilare sull’osservanza di norme molto precise che vietano la somministrazione ai minori di 16 anni o infermi di mente e questo anche attraverso distributori automatici – caso in cui non è possibile rilevare il dato anagrafico – somministrazione o vendita a persone di età compresa tra i 16 e i 18 anni. La Polizia Municipale avverte anche sulle sanzioni che derivano dalla inosservanza di tali regole: si va infatti dall’arresto fino ad un anno se ne deriva ubriachezza, fino a sanzioni pecuniarie molto pesanti che possono arrivare fino a 25 mila euro e alla sospensione per alcuni mesi dell’attività.
L’osservanza di queste regole diventa, per l’amministrazione, di grande rilevanza visto che dal monitoraggio effettuato regolarmente sul territorio, ma anche da ciò che riportano le varie associazioni che operano in questo campo, emerge anche a livello locale un quadro non rassicurante. Molti infatti sono i giovani e giovanissimi che fanno un abuso di alcol nel fine settimana, atteggiamento rischioso poiché tende ad essere mantenuto anche in età adulta. Al di là, dunque, del pubblico decoro, ciò che preoccupa gli amministratori è proprio lo stato di salute dei giovani.
Per questi motivi sono stati predisposti specifici controlli all’interno dei locali stessi, con l’identificazione di coloro che stanno consumando alcolici.
Il consumo e abuso di alcol fra i giovani e gli adolescenti è un fenomeno preoccupante se si considera che l’OMS raccomanda la totale astensione dal consumo di alcol al di sotto dei 16 anni di età e i risultati della ricerca scientifica ci dicono che chi inizia a bere prima dei 16 anni ha un rischio 4 volte maggiore di sviluppare alcoldipendenza in età adulta rispetto a chi inizia non prima dei 21 anni. Come si legge nel sito del Ministero della Salute “Il binge drinking, modalità di consumo alcolico che comporta l’assunzione in un’unica occasione e in un ristretto arco di tempo di quantità di alcol molto elevato, è diffuso maggiormente tra i giovani di 18-24 anni, rappresentando la quasi totalità del consumo a rischio in questa fascia di età. I giovani lo praticano soprattutto nei contesti della socializzazione e del divertimento collettivo, spesso bevendo volontariaente fino ad arrivare all’ubriachezza e all’intossicazione alcolica. Nel 2012 il 14,8% dei giovani fra i 18 e i 24 anni ha dichiarato comportamenti di binge drinking, il 20,1% tra i maschi il 9,1% tra le femmine ( dati ISTAT)”.
Il Sindaco di Bibbiena commenta: “I controlli che sta effettuando la Polizia Municipale rappresentano un atto doveroso dettato soprattutto dal quadro sociale attuale, dalle emergenze che il territorio ci propone oltre che dalla legge stessa. Al di là della legge e dei controlli, tuttavia, ci sono le famiglie le quali ovviamente, hanno un ruolo fondamentale ed insostituibile in tutto questo. Il ruolo genitoriale di vicinanza e di controllo non deve mai venire meno e non può essere delegato a nessuno”.

Ultimi articoli

Articolo precedenteConcerto di musica antica
Articolo successivoCamp estivo di nuoto a Bibbiena