Il 9 novembre 2019 il Reparto Carabinieri Biodiversità di Pratovecchio organizzerà al Castello di Poppi, la conferenza dal titolo: “L’evoluzione della Teriofauna nelle Riserve Naturali Biogenetiche Casentinesi”, nell’ambito di “M’ammalia-la Settimana dei Mammiferi”, evento promosso dall’Associazione Teriologica Italiana da undici anni, che vuole stimolare una corretta divulgazione riguardo ai Mammiferi italiani cosicché essi vengano maggiormente conosciuti e apprezzati dal pubblico generico.

Con l’occasione del tema proposto questo anno, “Apollo 11. Mammiferi in movimento: specie che arrivano e specie che tornano”, il Reparto potrà presentare e far conoscere le attività da esso seguite e coordinate nel territorio delle Riserve Naturali Biogenetiche Casentinesi, con particolare attenzione al ritorno di alcune specie carismatiche ed all’arrivo “improvviso” di specie “aliene”, potenzialmente dannose per la biodiversità delle Foreste.

La mattinata si svolgerà, dalle 9,30, con un’introduzione alla giornata da parte del Ten. Col. Paola Ciampelli, Comandante del Reparto Carabinieri Biodiversità di Pratovecchio, e proseguirà con numerosi interventi di ricercatori del Reparto o collaboratori di esso su diversi argomenti, sempre inerenti alla tematica affrontata da M’ammalia 2019.

Si parlerà del monitoraggio messo in atto dal Reparto, ormai da più di dieci anni, sulle popolazioni di cervo e daino delle Riserve, specie di sicuro “richiamo” per il turista, ma molto impattanti sullo sviluppo della vegetazione forestale e non solo. Verrà presentato il Progetto Life Esc360, un progetto europeo volto all’indagine della biodiversità animale e vegetale con il supporto del Corpo Europeo di Solidarietà, costituito da giovani volontari provenienti da Italia ed Europa. Si mostrerà come i Carabinieri Forestali entrano nelle scuole del Casentino per parlare di specie animali aliene e invasive e dei danni che possono arrecare all’ambiente.

In seguito, lo sguardo verrà focalizzato sul gradito ritorno del gatto selvatico europeo, affascinante ed elusiva specie presente da oramai dieci anni nelle Riserve con la popolazione vitale più settentrionale dell’Appennino. Infine, ci “spaventeremo” con le recenti notizie che vedono visoni americani e nutrie sempre più vicine ai confini delle nostre aree protette sul versante romagnolo, e sulla accertata presenza del procione, diffusosi nella vallata casentinese qualche anno fa ed arrivato ai confini della Riserva Naturale Integrale di Sasso Fratino proprio quest’estate, emergenza sulla quale il Reparto, in collaborazione con il Parco Nazionale, sta agendo con azioni di contenimento.

In conclusione al convegno ci sarà spazio per domande da parte del pubblico presente, sulle peculiarità della Teriofauna delle Riserve o su queste recenti “emergenze” legate ai Mammiferi alieni.

Insomma sarà un’occasione per conoscere meglio il nostro territorio, arrivando ad apprezzarlo anche nei suoi aspetti meno noti a tutti!

Per informazioni ci si può rivolgere al Reparto Carabinieri Biodiversità di Pratovecchio (043602.001@carabinieri.it – 0575 583763)

M'Ammalia Locandina