fbpx
21.9 C
Casentino
venerdì, 7 Ottobre 2022

I più letti

Meteo: la situazione dopo le piogge

di Davide Battisti – A cinque giorni dalle intense precipitazioni che hanno interessato tutto il Casentino c’è ancora tanta preoccupazione nel territorio del Comune di Poppi, dove la pioggia ha creato nuovi problemi e riacutizzato vecchie ferite nel contesto di un dissesto idrogeologico importante e vasto. Andando per ordine. Attraverso lavori di somma urgenza è stata ripristinata la viabilità in via del Cassettone, nella immediata periferia del capoluogo di Poppi, mentre a giorni anche via Isonzo, quella che costeggia le storiche mura medievali, dovrebbe essere nuovamente percorribile. A Lierna, invece, nel centro storico della frazione che sorge ai limiti del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, sul versante Camaldolese, la situazione non è per niente stabilizzata. Come abbiamo riferito nei giorni scorsi un movimento franso di superficie ha interessato ben sette abitazioni (seconde case occupate per lo più nel periodo estivo) che insistono sul lato nord sopra un dirupo proprio a ridosso del movimento franoso. Ai primi accertamenti ne seguiranno altri ben più specifici, ma nel frattempo il Comune di Poppi ha emesso un’ordinanza
di inagibilità emporanea delle sette abitazioni, già notificate ai proprietari. “Siamo veramente preoccupati – ci ha detto il Sindaco Agostini – anche perché, oltre alle 7 abitazioni minacciate dalla frana nel centro storico, un vecchio movimento franoso esistente più a valle sulla comunale che conduce ad Avena, ha ripreso a muoversi con segni evidenti sulle pendici e anche sulla strada. Anche in questo caso continueremo a monitorare giorno dopo giorno la delicata situazione e nel frattempo – aggiunge Agostini – abbiamo interessato la Regione Toscana perché, ai sensi di un accordo di programma sottoscritto due anni fa, vengano attivate tutte le procedure per attivare immediatamente quei finanziamenti necessari a risolvere in maniera definitiva le problematiche complessive della frazione di Lierna”.

Nella foto, la situazione del letto dell’Arno a Rassina

Ultimi articoli