di Francesco Martini – Ho ricevuto le lagnanze di alcuni subbianesi abitanti nella zona sud del Comune, cioè quella che riguarda le abitazioni tra Subbiano e Ponte Caliano (zona a sud del Cimitero, zona del “Palazzo”, Zona Torre Santa Flora); è una zona densamente popolata.
Motivo delle lagnanze è che per chi da casa voglia recarsi in paese non esiste un passaggio pedonale che consenta l’attraversamento in sicurezza della esistente rotonda della strada statale. Interpellato sul problema il Sindaco, Ilario Maggini, in tante altre occasioni preciso ed esaustivo nelle spiegazioni, ha frettolosamente risposto che il passaggio a piedi può avvenire passando da un variantina che dalla statale porta ad una strada che costeggia il muro del cimitero e di lì al centro Janus e poi in paese.
Ho verificato questa soluzione: mi è sembrato trattarsi più di uno scherzo che di una ragionevole soluzione. La citata “variantina” è un sentiero fangoso e stretto per lo più invaso da erbacce che si protendono di lati ed oltre tutto di proprietà privata; inoltre alla fine di questo sentiero si trova una strada larga e di proprietà comunale ma ugualmente fangosa e piena di buche. Alla fine di questa strada si tratta di attraversare una serie di tratti asfaltati, tra cui la Casentinese stessa, caratterizzati da un gran traffico di veicoli d’ogni tipo. Opportuno rilevare che nel tratto interessato la strada asfaltata é totalmente sprovvista di marciapiedi, così il pedone dovrà camminare nella zona asfaltata con ulteriore pregiudizio suo e degli automobilisti.
Sempre prodigo di riconoscimenti per quello che questa Amministrazione ha fatto e fa nell’interesse degli amministrati, questa volta mi trovo contrario perché la soluzione prospettata non mi sembra accettabile.
Mi parrebbe molto più semplice, pratico e soprattutto utile, anche ricordando che elezioni non sono lontanissime, l’istallazione di un passaggio pedonale zebrato che consenta l’attraversamento in tutta tranquillità.