Domenica 19 marzo, in occasione della mezza maratona del Casentino l’amministrazione di Castel Focognano celebrerà l’intitolazione di una piazza alla sezione Avis di Castel Focognano. La locale sezione dei donatori sangue, presieduta da Luca Pietrini, è ormai da diversi anni un punto di riferimento per quanto riguarda l’associazionismo nel territorio comunale, infatti oltre alla propria attività e alle proprie iniziative non si sono mai tirati in dietro di fronte a collaborazioni di altre realtà, sempre con spirito di associazionismo e abnegazione.

“L’Associazione Volontari Italiani del Sangue del nostro comune, in 27 anni di attività, ha contribuito a sviluppare nella coscienza sociale sentimenti di altruismo e di generosità attraverso la donazione spontanea di sangue,come atto di umana solidarietà” spiega l’assessore Christian Gambineri, promotore dell’iniziativa L’AVIS è un’organizzazione apolitica e aconfessionale non lucrativa di utilità sociale costituita da oltre un milione di volontari,che donano gratuitamente, periodicamente il proprio sangue. Sostenere i bisogni di salute dei cittadini favorendo il raggiungimento dell’autosufficienza di sangue e dei suoi derivati a livello nazionale,dei massimi livelli di sicurezza trasfusionale possibile la promozione per il buon utilizzo del sangue.

Nel nostro Comune l’associazione AVIS è stata fondata nell’ottobre del 1990 da Cipriani Romano e Falsini Alessandra,l’anno successivo le donazioni effettuate furono 23; attualmente può contare su 170 donatori effettivi e lo scorso anno ha registrato 12 nuovi donatori, effettuando nel complesso ben 280 donazioni presso l’Ospedale del Casentino. In primavera l’Associazione è sempre presente all’appuntamento annuale della Fiera di Primavera in programma a Rassina la prima domenica del mese di Maggio e sempre nel capoluogo, in agosto organizza la classica “Pizza in Piazza”, mentre in autunno si svolge la “giornata del donatore”, cena o pranzo sociale aperto a tutti i donatori, familiari e simpatizzanti.

“L’amministrazione comunale ha voluto dare un riconoscimento alla locale sezione AVIS per l’attività svolta nel nostro territorio” conclude Gambineri “ma il ringraziamento va soprattutto ai donatori per l’importante azione che svolgono a livello sanitario e sociale”