Lo scorso 31 luglio è stata presentata la proposta di legge per l’istituzione del Comune di Casentino La Verna per fusione dei comuni di Bibbiena, Chiusi della Verna e Ortignano Raggiolo. Promotore il Consigliere Regionale Stefano Mugnai (Forza Italia) con la sottoscrizione dei consiglieri Manuel Vescovi (Lega Nord) e Giovanni Donzelli (Fratelli d’Italia). La proposta sarà esaminata dalla 1^ Commissione consiliare permanente (Affari Istituzionali) della Regione Toscana. Il nostro comitato si augura che l’iniziativa, da noi proposta a tutte le forze politiche ma solo da alcuni sostenuta, possa essere appoggiata da un’ampia maggioranza, anche in considerazione del fatto che da tutte le parti ed a tutti i livelli, sia provinciali, che regionali, che nazionali, arrivano dichiarazioni a sostegno delle fusioni. Speriamo che le parole spese non siano solo di facciata. Gianpiero Bocci (PD) Sottosegretario all’Interno: “Tutta una serie di servizi che vengono garantiti dai comuni non più frammentati ma che rappresentano un’unica organizzazione significa, sostanzialmente, risparmiare da economie di scala e se si risparmia e si fa economie, quei soldi non vengono più tolti dalle tasche dei cittadini. Questa è la sfida dei prossimi mesi, da Palermo a Milano, fare di questo strumento di questa innovazione istituzionale un punto di forza dell’architettura dello Stato sul territorio” ed ancora “Le fusioni rappresentano un percorso di grande innovazione costituzionale che ponendo al centro le decisioni dei cittadini ne rivela il carattere pienamente democratico”. Siamo arrivati alla stretta finale ed ora vedremo chi bluffa. Le fusioni di comuni non sono ne di destra ne di sinistra, chi strumentalizza è in cattiva fede, sono solo una grossa opportunità che noi e tutti i cittadini che ci hanno sostenuto vogliamo cogliere.

Comitato Spontaneo di Cittadini
Comune di Chiusi della Verna