fbpx
8.3 C
Casentino
mercoledì, 30 Novembre 2022

I più letti

Processo bancarotta BancaEtruria: Federconsumatori si costituirà parte civile

Il 22 giugno prossimo è prevista l’ udienza preliminare per il rinvio a giudizio di 20 imputati per bancarotta fraudolenta o bancarotta semplice relativamente al crac di Banca Etruria. La Federconsumatori Toscana, in particolare ad Arezzo, è intervenuta fin dal fatidico 22 novembre 2015 , data nella quale si azzerarono per decreto le obbligazioni subordinate e le azioni. Moltissimi risparmiatori danneggiati si rivolsero alle sedi della Federconsumatori in Toscana trovando assistenza e sostegno in tutti questi mesi . Dopo 18 mesi , infatti ,molti, potendo presentare istanza di rimborso, hanno avuto un ristoro di circa l’ 80% di quanto , ingiustamente, perduto. Altri erano in attesa della uscita dei decreti attuativi sull’ arbitrato, pubblicati il 15 giugno sulla Gazzetta Ufficiale , il cui contenuto andrà attentamente vagliato. Altri ancora, piccoli azionisti o divenuti tali per aver acquistato, obbligazioni subordinate convertibili, non hanno altra via che quella della azione legale. La Federconsumatori Toscana ritiene doveroso, nei confronti e con propri associati, proseguire nelle azioni utili a recuperare il 20% mancante per coloro già ristorati e quanto più possibile per tutti gli altri. Per questo il 22 giugno ci costituiremo parte civile , insieme a circa 1.600 risparmiatori nel procedimento penale che prevede per tale data l’ udienza preliminare . E’ un primo passo , stiamo valutando con i nostri legali   anche la possibilità di una azione di responsabilità verso le società di controllo e di revisione che a nostro parere non hanno esercitato fino in fondo i loro obblighi di legge .

Fulvio Farnesi , Presidente Federconsumatori Toscana

nota tecnica

Ultimi articoli

Articolo precedenteUnaCorsaXThomas
Articolo successivoSoci e il monumento alla tristezza