Dopo anni di incuria, finalmente, sembra che riusciranno ad aprire cinquanta metri di strada. E questo doveroso intervento viene salutato come una grande conquista, un grande successo. Il normale diventa straordinario e nella mediocrità che aleggia, ma supportata dalle ingenti risorse della fusione, qualsiasi gesto che va oltre quello di alzarsi la mattina, raggiunge le vette dell’epica… Attendiamo a breve l’ineluttabile inaugurazione (con buffet) dei cinquanta metri di strada da parte dell’assessore Ceccarelli.

Pratovecchio Stia, una nuova via per la cittadella scolastica Una nuova strada, asfaltata in questi giorni, completerà presto la viabilità intorno alla cittadella scolastica di Pratovecchio Stia, complesso che include in poche decine di metri tutti gli edifici didattici dal Comune dall’asilo nido alla scuola media, e che presto sarà arricchito anche dalla scuola materna, oggi unico edificio de localizzato rispetto a tutti gli altri. “Oggi sono molto contento del risultato raggiunto”, scrive il Sindaco di Pratovecchio Stia Nicolò Caleri sul proprio profilo Facebook – “Soprattutto se ripenso a quanto scetticismo c’era intorno a quest’opera. Ancora ci vorrà un po’ di tempo per gli adempimenti amministrativi necessari alla presa in carico della strada da parte del Comune, ma l’asfaltatura che è stata effettuata nei giorni scorsi rappresenta sicuramente il momento di svolta in questa problematica che ci accompagna da molti anni”. A breve dunque, i tanti genitori che accompagnano i figli a scuola o al palazzetto dello sport, così come i turisti che percorreranno la pista ciclopedonale lungo l’Arno, potranno transitare direttamente da Via della Ferriera a Via Rita Levi Montalcini, “Con l’ulteriore vantaggio – conclude Caleri – di togliere traffico e rischi di incidenti dall’incrocio tra Via della Ferriera e Via Roma. Per questo risultato voglio ringraziare l’Arch. Sergio Bresciani, per essere sempre stato il punto di contatto e di stimolo verso la ditta costruttrice, così come l’assessore ai lavori pubblici Claudio Orlandi e l’Ing. Antonio Brogi, che fin dall’inizio hanno supportato l’azione”.