Nuovi locali per l’Endoscopia all’ospedale di Bibbiena, con un “polo” al primo piano che è dedicato a queste attività. “Le ex sale parto, dopo una serie di lavori, sono state trasformate in ambulatori per endoscopia (digestiva e ginecologica) con un’ampia sala per esami, della sala risveglio per i pazienti sottoposti ad esami in sedazione, di un locale adibito a refertazione, locali tecnici e deposito – ha spiegato Claudio Cammillini, responsabile del plesso ospedaliero. – L’attuale sistemazione consente di avere ampi spazi dedicati, garantisce un maggior comfort agli utenti e permette agli operatori di lavorare in modo migliore, con spazi tecnici ad hoc. Gli ambienti dedicati agli utenti sono confortevoli, dotati di nuovo arredamento. Sono stati inoltre realizzati e attrezzati tutti gli spazi accessori necessari, con particolare attenzione alla zona lavaggio, disinfezione e stoccaggio degli strumenti, dotata di nuove lavatrici e sistemi di aspirazione”.

L’attività di endoscopia digestiva a Bibbiena viene svolta il lunedì per screening tumori del colon; il martedì e venerdì  gastroscopia e colonscopia, diagnostica ed operativa. L’attività di endoscopia ginecologica viene svolta il mercoledì per le colposcopie ed il giovedì per le isteroscopie. L’attuale ristrutturazione degli ambienti consente quindi di avere sale endoscopiche dedicate e finalizzate ciascuna per attività specifica: una è utilizzata dai  ginecologi per  isteroscopia e colposcopia, l’ altra dai chirurghi per endoscopia digestiva ed urologica.

Ecco qualche dato di attività dell’Endoscopia a Bibbiena, relativo ai primi tre mesi del 2019: gastroscopie 261; colonscopie  229; isteroscopie 84; cistoscopie 95. Nel 2018 in totale erano state: gastroscopie 968; colonscopie 888; isteroscopie 313; cistoscopie 351.