fbpx
19.3 C
Casentino
domenica, 26 Giugno 2022

I più letti

Romena. Rischiamo il coraggio

E’ il coraggio, il coraggio di dar voce alla propria autenticità, il coraggio di andare oltre la fatica del presente, il coraggio di fare un passo alla propria vita il protagonista del percorso che la Fraternità di Romena propone presso la bellissima pieve del Casentino da venerdì 18 a domenica 20 luglio.

Scrittori e artisti, poeti e teologi, credenti e non credenti proveranno a offrire ciò che hanno sperimentato nel loro cammino di vita provando a trasmettere preziosi germogli di coraggio. L’incontro si aprirà venerdì 18 luglio con uno spettacolo della bravissima attrice Elisabetta Salvatori, proseguirà sabato con gli interventi, tra gli altri, del filosofo Roberto Mancini e del teologo Alberto Maggi (in videoconferenza) oltreché con le testimonianze di alcune speciali ‘donne coraggio’ per concludersi domenica con la presenza di Francuccio Gesualdi e don Luigi Ciotti proponendo un percorso di incontri arricchiti da contributi artistici speciali come il concerto di pianoforte all’alba, in programma domenica mattina nel cortile antistante la fattoria di Romena con uno dei più importanti pianisti italiani, Cesare Picco.

Tutti gli incontri saranno a ingresso libero: chiunque lo vorrà potrà partecipare anche ad un solo evento. La Fraternità ha però da tempo attivato un percorso di iscrizioni soprattutto per coordinare l’ospitalità di chi (e sono già diverse centinaia di persone) arriverà da fuori (info incontri@romena.it, oppure 339.7055339 tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì).

Ed eccoci al programma del fine settimana:

Venerdì 18

Alle ore 21 il tema e il percorso di incontri vengono illustrati da don Luigi Verdi, fondatore e responsabile della Fraternità di Romena. A seguire (ore 21.30) lo spettacolo “Viola” scritto e messo in scena da Elisabetta Salvatori. L’autrice racconta le esperienze di coraggio, nel disagio e nelle tempeste della sua vita del poeta Dino Campana. La accompagna il violinista Matteo Ceramelli.

Sabato 19

Dopo la lode del mattino (ore 9), Roberto Mancini, filosofo di grandi intuizioni e aperture apre la serie degli interventi parlando de “Il coraggio, resurrezione del cuore” (ore 10).

Subito dopo (ore 11) in videoconferenza, il noto teologo Alberto Maggi affronta con le parole la prova di coraggio più difficile: quella davanti alla paura della morte, che lui stesso ha raccontato nel suo libro best-seller “Chi non muore si rivede” . Maggi ha scelto per il suo intervento una frase del Vangelo di Giovanni: “Coraggio, io ho vinto il mondo!”

Il pomeriggio propone un percorso di testimonianze di coraggio che vengono da donne speciali. Si comincia (ore 15.30) con “Il coraggio dell’attesa”, quello sperimentato da Caterina Migliazza che da 9 anni attende il ritorno del figlio Fabrizio misteriosamente scomparso sui passi di San Francesco, ad Assisi.

Alle 17.30 si prosegue con “Il coraggio del perdono”: è la storia di due donne, Claudia Francardi e Irene Sisi, divise da una tragica vicenda, unite nel tentativo di costruire un percorso di riconciliazione. Claudia è la moglie di Antonio Santarelli, l’appuntato dei carabinieri che fu ucciso 3 anni fa a un posto di blocco vicino al rave party di Sorano (Grosseto). Irene è la mamma di Matteo Gorelli, il giovane di 22 anni che uccise il carabiniere e che è stato condannato a venti anni per omicidio.

La giornata si conclude alle 21 ancora con due donne, questa volta in concerto: Katia Lari e Elena De Renzio propongono melodie d’amore, di guerra e di passione della tradizione italiana.

Domenica 20

Si comincia prestissimo, alle 5.51 in punto: val la pena mettere la sveglia all’indietro per godere il risveglio della natura dal cortile della fattoria di Romena, terrazza naturale sul Casentino, ascoltando il concerto di Cesare Picco al pianoforte. L’evento è parte anche della manifestazione Piano Forte sostenibile in corso, durante il week-end a Pratovecchio e Stia.

Smaltita l’emozione del concerto, la giornata si sviluppa a partire dalle 9 con la lode del mattino e, subito dopo (ore 10) con il primo incontro, insieme a Giacomo Di Nuccio: Giacomo è un giovane autistico che ha trovato nella scrittura e nella poesia le chiavi di accesso al mondo degli altri. Infatti ci testimonierà il suo “coraggio di comunicare”.

Alle 11 arriverà a Romena Francuccio Gesualdi, allievo di don Milani e fondatore del Centro nuovo modello di sviluppo di Vecchiano (Pisa). un centro di documentazione che si occupa di squilibri sociali e ambientali a livello internazionale, con l’obiettivo di indicare le iniziative concrete che ciascuno di noi può assumere, a partire dalla propria quotidianità, per opporsi ai meccanismi che generano ingiustizia e disuguaglianza sociale. Al centro del suo intervento “Il coraggio della responsabilità”.

Le conclusioni di tutto il percorso del fine settimana saranno affidate al presidente di Libera e fondatore del gruppo Abele nonché grande amico della fraternità di Romena don Luigi Ciotti. Il suo intervento è in programma alle 15.30. Seguirà la messa celebrata da don Ciotti e da don Luigi Verdi.

Nel corso del fine settimana sarà presentata una nuova pubblicazione della Fraternità che si lega a questi percorsi di incontro: il libro “Una fede nuda” di Ermes Ronchi e Marina Marcolini propone infatti il bellissimo intervento della scrittrice e del frate-teologo nel corso dell’incontro del settembre 2013.

Ulteriori info su programma e ospiti sul sito www.romena.it

Ultimi articoli