fbpx
5.4 C
Casentino
domenica, 27 Novembre 2022

I più letti

Sanità Toscana sommersa da inchieste, dalle forniture di stent coronarici alle pressioni sul consumo di latte in polvere alle neomamme

“In pochi giorni, la sanità toscana è stata travolta da nuove, gravissime inchieste: quella aperta dalla Procura di Firenze sulle gare per le forniture di prodotti cardio-chirurgici, e quella che ha coinvolto le ASL di Pisa, Livorno e Viareggio, in merito a presunte pressioni da parte di pediatri a neomamme per consumare determinati tipi di latte artificiale, in cambio di benefit da parte delle aziende produttrici. Questi fatti, oggetto di distinte inchieste della magistratura, toccano in profondità aspetti dirimenti di un sistema complesso e strategico quale è il sistema sanitario della nostra Regione. Toccano e scuotono la fiducia dei cittadini, ma chiamano in causa anche la filiera dei controlli che evidentemente non ha funzionato”. Questo l’amareggiato commento del Consigliere regionale di Forza Italia Stefano Mugnai, Vicepresidente della Commissione sanità.

“Ovvio che le responsabilità, se verranno accertate dalla magistratura, sono personali, ma ciò che fa veramente male è il quadro da basso impero che sta emergendo – prosegue Mugnai – E’ sempre più evidente, purtroppo, che, anche qui in Toscana, capita che con la scusa di curare i cittadini, si perseguono altri scopi per niente nobili. L’Assessore afferma che darà piena collaborazione alla magistratura… e ci mancherebbe altro! Il Presidente dice che i responsabili pagheranno… e commento allo stesso modo, ci mancherebbe altro! Noi però – chiosa l’esponente forzista – chiediamo loro, loro che da anni ricoprono ruoli apicali nella sanità toscana, di spiegare perché questi autentici scandali siano potuti capitare, perché vedono coinvolti non alcune unità, ma decine di professionisti del sistema sanitario regionale, perché il sistema dei controlli è saltato”.

Ultimi articoli