fbpx
8.3 C
Casentino
mercoledì, 30 Novembre 2022

I più letti

Sì al modello di ospitalità diffusa

“Ci sentiamo in dovere di congratularci con tutti gli enti che hanno contribuito alla decisione presa durante il consiglio dell’Unione dei Comuni del 27.11.2014 in quanto foriera di un nuovo modello di governo locale del territorio e di collaborazione con i cittadini. Il modello di ospitalità diffusa dei profughi richiedenti asilo, ci pare essere quello che meglio riesce a coniugare le esigenze del territorio e dei cittadini, con quelle umanitarie di chi si trova in un grave stato di difficoltà e bisogno di aiuto.
Proprio per questo, siamo a chiedere a tutti in indirizzo, la conferma dell’attuazione del modello di ospitalità diffusa che dovrà essere necessariamente gestito con autorevolezza dagli enti locali.
Pertanto sollecitiamo la formazione di organizzazioni operative diffuse sul territorio e con la collaborazione dei cittadini, per concretizzare il modello di accoglienza proposto ed attuare così le richieste del Sig. Prefetto. Ci pare evidente, data l’imminente scadenza dei bandi già predisposti per il 31.12.2014, che tali presidi dovranno essere operativi entro il 31 dicembre p.v.
Evidentemente la ripartizione dei migranti in proporzione agli abitanti e delle caratteristiche del territorio della nostra valle, richiede la presenza di operatori e luoghi idonei all’accoglienza diffusi nel territorio che dovranno essere individuati e definiti al più presto.
Solo in tal modo potremo considerare completata l’azione di governo locale del territorio ed aver fornito al Sig. Prefetto gli strumenti più adatti alla gestione dell’emergenza profughi.
A tal proposito la tessa mozione della regione Toscana del 18 novembre 2014 n. 949 auspica tale modalità di accoglienza.
La concretizzazione di tale modello, potrà pertanto essere anche il riferimento per la gestione delle emergenze profughi di tutto il territorio provinciale, regionale e perché no, anche nazionale.
Certi di aver fatto cosa gradita nel sottolineare l’importanza della decisione presa durante il consiglio dell’unione dei comuni del casentino del 27.11.2014 e con l’auspicio della sua messa in pratica, come già detto dalla vice presidente provinciale Eleonora Ducci, entro il 25 dicembre p.v., porgiamo i nostri migliori auguri di buon lavoro.”

PRO LOCO BADIA PRATAGLIA
IL PRESIDENTE
(Stefano Marri)

Ultimi articoli