fbpx
31.1 C
Casentino
martedì, 5 Luglio 2022

I più letti

Siamo a settembre, ma la piscina continua a restare chiusa

Anche l’estate è passata, confermando che gli annunci Asl sottoscritti dai nostri Sindaci, ancora sono solo un altro comunicato stampa fuori dalla realtà. La piscina riabilitativa di Cerromondo rimane chiusa.

Rileggete il nostro articolo sulla piscina riabilitativa di Cerromondo

Tra altri due mesi ne riparliamo…

ARTICOLO DI MAGGIO 2017 Vi ricordate il nostro articolo di inizio anno sulla piscina riabilitativa di Cerromondo? Avevamo scoperto che questa piscina esiste in Casentino da tempo, ma non era mai stata usata per terapie e cure. Appena uscito l’articolo la Asl, per “disinnescare” subito la polemica e lo sdegno che stava già crescendo in Casentino, aveva pensato di divulgare un comunicato in cui, tra l’altro, si leggeva: Dal primo maggio inoltre sarà presente presso lo stesso ospedale un direttore di unità operativa semplice, chirurgo ortopedico, che sarà in grado di dare risposta alle problematiche di ortopedia del territorio, servizio che si coordinerà bene grazie all’implementazione della riabilitazione presso il Centro polifunzionale Cerromondo di Poppi in collaborazione con il Centro Agazzi per attività di idrokinesiterapia, riabilitazione neurologica, ortopedica e per le problematiche di disabilità infantile. Ciò consentirà di utilizzare a pieno la piscina che è lì presente.

Bene, maggio è arrivato e naturalmente nulla è successo di quanto annunciato.

Sembra che per il chirurgo ortopedico siamo ai primi passi di una possibile selezione e per quanto riguarda l’utilizzo della piscina per permettere ai casentinesi di trovare una risposta concreta e adeguata  per la riabilitazione nel proprio territorio, così da non doversi spostare”, stanno andando avanti le procedure per la convenzione con l’istituto di Agazzi” ma, purtroppo, “i tempi non sono definiti vista la burocrazia”.

Sappiamo bene che i tempi italiani, soprattutto nel settore pubblico, sono biblici, ma cerchiamo di non prendere in giro i Casentinesi con promesse senza senso di imminenti aperture di servizi, colpevolmente dimenticati (Sindaci in testa) e che solo grazie al nostro giornale sono tornati nell’agenda sanitaria della vallata.

Agli annunci che tutto va bene, alle promesse di nuovi servizi, ai Patti Territoriali, possono credere i nostri Sindaci.

I Casentinesi sono più svegli.

Ultimi articoli