di Federica Andretta – In un nostro precedente servizio ci eravamo occupati del sottopasso pedonale e dei due parapetti in ferro posti lungo la SR71 a Rassina riscontrando tra gli intervistati lamentele e perplessità. Ad oggi la situazione non sembra essere molto cambiata. Abbiamo raccolto, infatti, una serie di pareri al fine di capire in linea generale che aria si respiri. È emerso fin da subito che ciò che si sarebbe dovuta rivelare un’iniziativa positiva e di grande utilità per la comunità è stata purtroppo fonte di critiche e di commenti negativi anche se non sono ovviamente mancati giudizi positivi e pieni di soddisfazione.
Ecco qui di seguito il risultato della nostra indagine. Che cosa ne pensa del sottopasso pedonale e delle due ringhiere in ferro?
«Anche se esteticamente lascia a desiderare, il sottopasso è utilissimo e sarebbe da usare sempre. Il guard-rail purtroppo, sebbene protegga i pedoni, è molto ostruttivo per la visuale»
«Non uso tantissimo il sottopasso, preferisco piuttosto utilizzare le classiche strisce pedonali anche se poste più lontane rispetto alla piazza»
«Nonostante entrambe le strutture non siano per nulla in armonia con l’ambiente circostante, garantiscono la nostra sicurezza, cosa che spesso è più importante dell’estetica. Se si vuole l’una, a volte si deve rinunciare all’altra»
«Il sottopasso viene usato poco e quel guard-rail ostruisce la visuale pertanto ci sono molte lamentele»
«Le due ringhiere limitano notevolmente la visuale in prossimità dell’incrocio in particolare dal lato della piazza dove è situato il Comune costringendo il conducente che deve immettersi sulla statale ad ‘affacciarsi’ oltre la linea dello stop esponendosi così a un pericolo maggiore per non parlare poi dell’estetica che lascia a desiderare»
«Sul sottopasso posso dire di essere d’accordo; mi sembra funzionale anche se sicuramente poteva essere realizzato meglio a livello di bellezza. Le inferriate che proteggono i marciapiedi danno un po’ fastidio quando ci si trova allo stop ma credo servano per la sicurezza dei pedoni e onestamente non saprei che soluzioni alternative potrebbero essere adottate»
«Per me non ci sono problemi. Lo uso regolarmente quando posso»
«Io penso che il sottopassaggio a Rassina sia buono, deve solo migliorare il fatto che non sia funzionante per i disabili. È tanto che non ci passo ma non ho mai visto un servizio per disabili. Per il resto, è buono. Il problema è che la gente non lo usa, perché è pigra e un po’ imprudente. Preferisce piuttosto attraversare la strada non sulle strisce pedonali. Per quanto riguarda il guard-rail lo trovo buonissimo; infatti, non ho mai avuto problemi»
«Io sono favorevole al sottopasso e ogni volta che devo attraversare lo uso! Anzi, mi arrabbio quando vedo persone che mettono a rischio la vita (loro e di noi guidatori) attraversando la statale come facevano un tempo. Sul guard-rail in ferro purtroppo mi devo lamentare; la visibilità è bassa e se non si è attenti, si rischia incidenti»
«Sono d’accordo sul fatto che quel guard-rail ostruisca la visuale; infatti, sono capitati un bel po’ di incidenti. Inoltre causa problemi anche a chi è in sedie a rotelle visto che lo spazio è strettissimo. Per quanto concerne il sottopasso, lo uso raramente. Quando piove è scivoloso ed è anche scomodo; oltre ad essere brutto esteticamente, è sempre sporco»
«Nonostante il sottopasso imbruttisca un po’ la piazza permette di proteggere la struttura in caso di pioggia evitando possibili allagamenti. Le due ringhiere in ferro sono strette e impediscono lo scambio di più persone costringendo il pedone a fermarsi per permettere all’altro di passare; per non contare poi se lo si percorre con le buste della spesa! Difficoltoso!»
«I due parapetti sono utili. Impediscono alla gente di attraversare imprudentemente la strada e inoltre la protegge in caso di sinistri stradali»

Layout 1
«Credo che per tutti il sottopasso sia brutto sia da vedere che da percorrere. Per quanto riguarda il guard-rail, io lo percorro almeno quattro volte al giorno ed è molto pericoloso, perché non si vede nulla! Infatti, costringe gli automobilisti ad andare abbastanza in mezzo alla carreggiata specialmente se si possiede un’auto grande. No comment!»
«I parapetti in ferro anche se non il massimo in fatto di bellezza proteggono molto di più rispetto ad una struttura fatta di legno. O almeno questo è ciò che penso»
«Penso che il sottopasso sia utile, anche se purtroppo non ci passa mai nessuno. Non sto qui a dire che sarebbe stato meglio un semaforo per l’attraversamento dei pedoni, perché credo che per il Comune non sia stato possibile farlo ma secondo me era meno dispendioso e più utilizzato anche se avrebbe creato rallentamenti infiniti in piazza. Comunque il sottopasso è una buona cosa; andrebbero pertanto incentivate le persone ad utilizzarlo e inoltre andrebbe tenuto pulito costantemente mentre invece spesso mi sembra molto abbandonato a se stesso. Forse se mettessero una telecamera sulla strada, le persone potrebbero sentirsi intimidite e di conseguenza utilizzare il sottopasso. A livello estetico non mi piace per nulla; nel nostro paesino un ‘affare’ del genere stona molto, sembra una rampa di lancio. Sarebbe stato molto più bellino se fosse stato costruito in legno o addirittura realizzato in stile metropolitana dove dalla strada si vedono le scale che scendono giù nel sottosuolo senza impattare con l’ambiente esterno. Ma probabilmente per realizzare una struttura simile avrebbero dovuto scendere ancor più in profondità e magari non era possibile. Così com’è, rovina la bellezza della piazza che una volta rivedendola in alcune vecchie foto era davvero carina. Per quanto riguarda le transenne lungo la strada, sono terribili; in alcuni punti impediscono la vista della statale quando si deve attraversare. Penso che possano essere utili ma sono orribili a livello estetico e ripeto anche pericolose in alcuni punti»
«Il sottopasso non è pratico ed è poco utilizzato. Inoltre, è strutturalmente ‘un pugno nell’occhio’ rispetto all’architettura generale della piazza e quel giallo non si può proprio vedere… A mio avviso, le ringhiere sono pericolose»
«Penso che il sottopasso sia fatto male e non sia sicuro visto gli spigoli che presentano i gradini. Per quanto riguarda la ringhiera, è un pericolo per chi si trova ad affrontare lo stop, perché non si vede niente»
«Credo che il sottopasso non sia esteticamente bellissimo ma almeno adempie alla sua funzione»
«Io credo che oltre ad essere bruttissimo il sottopasso sia sicuro, ma ho visto che non ci passa nessuno. Le ringhiere in ferro non aiutano di certo la visibilità»
«Un paese come Rassina è fatto soprattutto di anziani. Questi non hanno la mentalità di prendere un sottopassaggio. Se vogliamo, ci possiamo mettere anche un fattore di pigrizia visto che per attraversare la strada con il sottopasso in quel caso toccherebbe scendere e salire due rampe di scale. Inoltre, il saliscendi per le carrozzine non è funzionale ed è tutto pieno di ruggine. Un anziano o un invalido non possono di certo fare due rampe di scale, per questo sono costretti ad attraversare la strada. A mio avviso ci sarebbe stato più bisogno di strutture in legno per non rovinare l’estetica del paese al posto di quelle in ferro che sono invece un po’ troppo moderne per una località che apre le porte alla bella valle del Casentino. I due parapetti certamente impediscono i pedoni dall’attraversare imprudentemente la strada ma non ostruiscono più di tanto la visuale»
«Viaggiando molto per lavoro e passione mi sento di dire che il sottopasso non è poi così male come lo dipingono le persone. È vero, è una struttura un po’ troppo moderna per un paese come Rassina, ma almeno garantisce la sicurezza della gente visto che in passato ci sono stati moltissimi incidenti sulle vecchie strisce pedonali! Le due ‘ali di gabbiano’ (che alcuni definiscono ‘rampe di lancio’) sebbene coprano la parte frontale del Comune permettono alle persone di non bagnarsi in caso di pioggia»
«Mi piace il sottopasso e lo uso abbastanza spesso. Le ringhiere impediscono un po’ la visuale degli automobilisti che sono costretti a sporgersi al di fuori del stop prima di immettersi sulla strada. Ho difficoltà soprattutto quando mi devo recare in direzione dell’Alto Casentino. Per ovviare al problema si potrebbe mettere uno di quegli specchi stradali. Problema risolto, no?».
Difficile fare una sintesi tra tanti punti di vista anche se, tra i pareri più gettonati, possiamo segnalare, per il sottopasso, il fatto che non sia né bello né funzionale, mentre per le ringhiere che siano abbastanza ‘invadenti’.
Forse della sistemazione definitiva del centro di Rassina si dovrà tornare a parlare, la prossima campagna per le amministrative potrebbe essere utilizzata anche per individuare innovatie e più originali soluzioni. •••